DANCING WITH MARIA

Id. Italia, Argentina, Slovenia Regia Ivan Gergolet Interpreti Maria Fux, Martina Serban, Maria José Vexenat, Marcos Ruiz, Macarena Battista Produzione Transmedia Distribuzione EXIT media Durata 75′

In sala dal

26 febbraio

Maria Fux, ballerina argentina di fama mondiale, a 93 anni continua a tenere corsi e seminari nella sua casa-studio di Buenos Aires, dove porta avanti la sperimentazione sul potere terapeutico della danza, iniziata oltre cinquant’anni fa, e sui limiti del corpo che ora vive in prima persona, diventando allieva di sé stessa.

Primo documentario in concorso a La Settimana della Critica di Venezia71, dove ha vinto il Premio Civitas Vitae Prossima, Dancing With Maria, realizzato dal regista goriziano Ivan Gergolet, è un docufilm dal taglio intimo e discreto che attraversa in punta di piedi, sin dall’iniziale piano sequenza, la sala nella quale Maria Fux tiene le sue affollate lezioni di danzaterapia per raccontarci frammenti della sua vita (immagini e giornali d’epoca) ma sopratutto mostrare la ballerina e gli allievi lavorare sul suo metodo nato nel 1942 quando, vedendo una foglia staccarsi dal ramo di un albero e venir trasportata dal vento, capì che il corpo non aveva bisogno della musica per muoversi ma del suo ritmo interiore che va ascoltato ed assecondato. Lo stesso ritmo che scandisce ogni suo movimento fatto di grazia e consapevolezza che cerca di trasmettere ai suoi eterogenei allievi (ballerine, non vedenti, invalidi, adolescenti down) facendo nascere in loro piccole rivoluzioni capaci di superare i limiti che il corpo gli ha imposto. Dancing With Maria, filmato quasi esclusivamente in interni ma senza mai trasmettere chiusura, ha il medesimo approccio della sua protagonista. Non attacca, non invade, non giudica: gli basta osservare ed ascoltare per comprendere e raccontare. Per farlo Gergolet si affida anche alle musiche della colonna sonora scritte dal triestino Luca Ciut, alternandole ai rumori di una brulicante Buenos Aires. Il giovane compositore crea, infatti, un tessuto musicale composto della melodia soave del piano, dal pizzicato degli strumenti a corda e dell’arioso movimento dei violini (El Vals de María) che incontrano elementi elettronici e ritmi della tradizione musicale argentina (Los Limites Del Cuerpo) capaci di tradurre in musica e accompagnare i movimenti del corpo della ballerina e dei suoi allievi. «La vita mi ha dato molto, niente, poco, qualcosa » e Maria Fux l’ha raccontato in danza, insegnando agli altri a fare lo stesso. Dancing With Maria è un omaggio riuscito a questa piccola donna vitale e coraggiosa e alla sua vita personale ed artistica intimamente legate.

Manuela Santacatterina

Nessun Articolo da visualizzare