BOX OFFICE USA: “HUNGER GAMES” VINCE DI UN SOFFIO UN WEEKEND

Hunger Games vince per la quarta volta consecutiva il weekend. Il Canto della Rivolta-Parte 2 supera con il minimo scarto (11.3 milioni di $) l’attesa new entry della settimana In the Heart of the Sea-Le origini di Moby Dick (11 milioni). Per l’ultimo capitolo della saga di HG sono 244 i milioni incassati al domestic box office e 564 quelli rastrellati in tutto il mondo.

Il secondo posto conquistato all’esordio da In the Heart of the Sea non può far felici i produttori della WB. Il film di Ron Howard è costato 100 milioni di $ ed è stato distribuito anche in 3D e IMAX, ma nonostante ciò gli incassi sono stati deludenti tanto negli Usa (11 milioni appunto) quanto nel resto del mondo (complessivamente è a 50 milioni).Per Ron Howard si tratta di un debutto simile a quello di Rush del 2013, ma in quel caso il budget del film era di appena 38 milioni di $.

Ancora un terzo posto per Il Viaggio di Arlo (10.4 milioni) che si appresta ad essere la “pecora nera” della Pixar con soli 89.6 milioni casalinghi e 167 worldwide.

Weekend positivo per Creed che mantiene il quarto posto dimostrando una certa solidità (ha perso solo il 32.5 % rispetto allo scorso fine settimana) e con gli ultimi 10.1 milioni porta il totale a quasi 80 (ha superato gli incassi interni di Rocky V e Rocky Balboa). Krampus-Natale non è sempre Natale è quinto (8 milioni) e raggiunge i 28 milioni complessivi. Sesta posizione per Spectre con 4 milioni (190 casalinghi e 820 in tutto il mondo). La ventiquattresima avventura di James Bond ha ormai ben poco da chiedere al botteghino (è il secondo film più visto della saga e Skyfall è irraggiungibile). The Night Before è settimo (3.9 milioni). Pur senza mai brillare, la nuova commedia con Seth Rogen è nella top-ten già da quattro settimane ed ha raggiunto i 38 milioni complessivi (il budget è di 25 e deve ancora uscire in molti mercati internazionali). Alla posizione numero 8 Snoopy & Friends: Il film dei Peanuts con 2.6 milioni e 124 complessivi (141 con gli incassi internazionali). Spotlight è nono (2.5 milioni e 20 globali) e Brooklyn decimo (1.9 milioni e 14 totali).

Grande debutto in appena 8 sale per La grande scommessa, dramedy di Adam McKay con un cast stellare (Christian Bale, Brad Pitt, Ryan Gosling e Steve Carell). 720mila dollari con una media per sala di 90mila $.

Daniele Pugliese

 

Nessun Articolo da visualizzare