FESTA DEL CINEMA DI ROMA: LA NOSTRA GUIDA ALLA DECIMA EDIZIONE!

La Festa del Cinema di Roma è arrivata: si inizia oggi con l’apertura affidata a Truth, diretto da James Vanderbilt, e si prosegue con un programma ricco che si allarga in tutti i quartieri capitolini. Il tutto sotto l’elegante sguardo di Virna Lisi, che campeggia sulla splendida locandina della Festa

Truth
“Truth” di James Vanderbilt

Ci siamo, la Festa del Cinema di Roma spegne oggi le sue (prime) dieci candeline. E lo fa con un soffio completamente rinnovato, rivoluzionato, svecchiato rispetto alle passate edizioni. Perché, la rassegna cinematografica capitolina, torna ad avere come obbiettivo il pubblico, offrendo loro incontri, proiezioni, anteprime sparse in tutta la città, senza concentrarsi solo nel polo principale dell’Auditorium Parco della Musica. Una Festa a 360° che, già da oggi, spalanca le porte al grande cinema e alle grandi star, visto che si inizia con uno dei titoli più attesi: Truth, diretto da James Vanderbilt e interpretato da Cate Blanchett e Robert Redford. Ma, la selezione ufficiale, che non prevede alcuna giuria né tantomeno dei premi, se non quelli assegnati direttamente dal pubblico, è ricchissima di altri titoli interessanti, come Room (17/10) di Lenny Abrahmson, il nuovo film di Sion Sono, The Whispering Star (17/10), oppure l’altro attesissimo, Junun (17/10), documentario diretto da Paul Thomas Anderson.

Legend
“Legend” di Brian Helgeland

Molto spazio per il cinema statunitense, con l’arrivo del regista Noah Bamumabch ed il suo Mistress America (18/10), oltre che della confermata Ellen Page, star di Freeheld (18/10), diretto da Peter Sollett e interpretato tra gli altri da Julianne Moore e Steve Carell. Titolo da citare l’animato Monster Hunt (17/10), campione al Box Office cinese e diretto da Raman Hui; Office 3D (18/10) di Johnnie To e il biopic su David Foster Wallace, The End of The Tour (21/10), firmato da James Ponsoldt. Grande fermento anche il ”doppio” Tom Hardy di Legend (24/10), diretto da Brian Helgeland, e per The Walk  (19/10), ultimo film di Robert Zemeckis sul funambolo Philippe Petit, interpretato da Joseph Gordon-Levitt. Da tenere d’occhio anche le possibili sorprese, tra le quali The Confessions of Thomas Quick (20/10) di Brian Hill, il doc sulla Corea del Nord The Propaganda Game (23/10) di Alvaro Longoria, Experimenter (23/10) con Winona Ryder e l’italiano Lo Chiamavano Jeeg Robot (17/10), diretto da Gabriele Mainetti e interpretato da Claudio Santamaria, Luca Marinelli e Ilaria Pastorelli. E gli italiani? Oltre il film di Mainetti alla Festa di Roma ci sono anche Sergio Rubini con Dobbiamo Parlare (21/10) e Alaska (23/10) firmato da Claudio Cupellini.

Fargo
“Fargo”

IL CINEMA SUL PICCOLO, GRANDE SCHERMO A pochi giorni dall’arrivo in Italia di Netflix, la Festa di Roma sdogana le serie Tv, inserendo nel programma Fauda (17/10), prodotto israeliano composto da 12 episodi, incentrato sul conflitto israelo-palestinese, con uno sguardo che alterna entrambi i delicati confini territoriali. Altra serie televisiva nella selezione ufficiale è la seconda stagione antologica della premiatissima Fargo (21/10), targata FX, e interpretata da Kirsten Dust, Patrick Wilson, Ted Danson e Jessie Piemons.     I RAGAZZI DI ALICE NELLA CITTÀ

Il Piccolo Principe
“Il Piccolo Principe” diretto da Mark Osborne

Come di consueto, non poteva mancare la manifestazione parallela dedicata al cinema per i più giovani. Alice nella Città, offre così un programma ricco e completo, che va dal nuovo film di Paul Weitz, Grandma (22/10), al già apprezzato Mustang (19/10) di Deniz Gamze Ergüven. Fuori Concorso, visibilio per l’anteprima di Le Petit Prince (24/10) diretto da Mark Osborne e per Belle & Sebastian – L’avventura Continua (17/10) di Christian Duguay. Tra i tanti eventi speciali dell’apprezzata sessione, c’è l’anteprima italiana di Pan – Viaggio sull’Isola che non c’è (18/10) e il restauro digitale di Alice in the Cities (24/10), ovviamente diretto da Wim Wenders. GLI INCONTRI

Paolo Sorrentino
Paolo Sorrentino

Siete pronti per incontrare, tra gli altri, un regista premio Oscar, una coppia comica italiana e una star di Hollywood? Perché gli Incontri della Festa del Cinema di Roma sono assai nutriti, a cominciare dal duetto, tra marito e moglie, di Frances McDormand e Joel Coen (16/10), continuando poi con quelli di Jude Law (17/10), di Paolo Sorrentino (presenterà il 18 un suo corto, poi il 24 tornerà per una proiezione speciale de La Grande Bellezza), di Todd Haynes (a Roma con Carol, il 22), di Wes Anderson e Donna Tartt (21/10), di William Friedkin e Dario Argento (19/10) e con Carlo Verdone e Paola Cortellesi (24/10). Dopo tanto cinema, nella sezione Incontri ci saranno anche i nostri internazionali Renzo Piano (17/10) e Riccardo Muti (23/10), che parleranno del rapporto tra loro e la Settima Arte.

Ingrid Bergman
Ingrid Bergman

GLI SPECIALI Tra gli speciali e gli omaggi, sicuramente da citare quello dedicato ad Ingrid Bergman (16/10), con il film collettivo Siamo Donne, presentato da Isabella Rossellini. Senza dimenticare l’omaggio a Pasolini (18 e 24/10) oppure quello ai Fratelli Taviani (21/10). Da sottolineare la presenza di Alex Gibney, con il suo documentario diviso in due Sinatra: All or Nothing at All, e Hitchcock/Truffaut, diretto da Kent Jones. Per grandi e piccoli, ad effetto la retrospettiva sui capolavori Pixar, che prevede anche una masterclass con Kelsey Man (18/10), story supervisor della casa d’animazione, che porterà un primo footage de Il Viaggio di Arlo. GLI SPAZI DELLA FESTA Come già accennato, per la decima edizione, la Festa del Cinema di Roma si sposta in tutta la città, toccando alcuni dei cinema storici di moltissimi quartieri, a cominciare dalla proiezioni che si tengono al museo MAXXI. Poi, ci saranno repliche e anteprime alla Casa del Cinema, al Cinema Eden, al Cinema Alcazar, presso la Sala Trevi, al Cinema Greenwich; al Pigneto, nel cinema Aquila e al Cinema Avorio; fino al Cinema Atlantic e al Cineland Ostia. Ricordiamo, naturalmente, che il fulcro resterà l’Auditorium Parco della Musica, dove è allestito il Villaggio del Cinema, che offre numerosi punti ristoro, spazi appositi, info-point, biglietteria e la sala da 1.000 posti del Mazda Cinema Hall.

Damiano Panattoni

Nessun Articolo da visualizzare