“NON C’È PIÙ RELIGIONE” GASSMANN E BISIO IN PUGLIA

Dopo Rocco Papaleo e il viaggio verso l’Uruguay di Onda su Onda, Alessandro Gassmann ha deciso di rimanere al Sud ma questa volta farà coppia con Claudio Bisio in Non c’è più religione, nuova pellicola diretta da Luca Miniero, il regista di Benvenuti al sud, che questa volta racconta con ironia e leggerezza un’altra storia di Meridione, tra soliti luoghi comuni e miti da sfatare.  

Così Non c’è più religione diventa una commedia sull’Italia di oggi, multietnica, senza figli e che si arrangia come può. Un’immagine del Paese che si riflette nel presente vivente di una piccola comunità in cui un lama prende il posto del bue e tre amici in conflitto tra loro fanno le veci dei Re Magi. Un sacro presepio che di sacro ha quindi ben poco e supera per originalità tutti i presepi della piccola isola di Porto Buio. Scritto e diretto da Miniero, regista anche di Un boss in salotto e del più recente La scuola più bella del mondo, Non c’è più religione è prodotto da Cattleya con Rai Cinema e distribuito da 01 Distribution e – oltre alla coppia Bisio & Gasmann – vede nel cast anche Angela Finocchiaro, Nabiha Akkari, Giovanni Esposito e (sorprendentemente) un volto d’autore come Roberto Herlitzka. Le riprese sono iniziate da poco alle isole Tremiti – come testimonia le foto a fianco postata da Bisio sul suo profilo Twitter – e continueranno poi a Monte Sant’Angelo, nota meta di pellegrinaggi per il Santuario di San Michele Arcangelo, patrimonio dell’Unesco. Dopo il Cilento di Benvenuti al sud, il paesino bianco sullo sperone del Gargano rischia così di diventare un’altra location ideale per raccontare un nuovo scorcio di Sud. E d’Italia.

Nessun Articolo da visualizzare