“STEVE JOBS”: IL BIOPIC DELLA DISCORDIA

Il film Steve Jobs uscirà nelle sale il 21 gennaio 2016, ma è già al centro delle polemiche. Pare che la moglie del fondatore di Apple abbia fatto di tutto pur di impedire la realizzazione del film di Danny Boyle.

Steve JobsSteve Jobs è stato un personaggio controverso. I biopic che lo riguardano anche di più. E così dopo Jobs, il discusso film diretto da Joshua Micheal Stern con protagonista Ashton Kutcher del 2013, ora è il turno di Steve Jobs. L’attesa pellicola di Danny Boyle, il padre dell’iconico Trainspotting, non è ancora arrivata al cinema, ma sta già suscitando parecchie chiacchiere, complice un rumor che è stato riportato da Hollywood Reporter.
La rivista americana ha, infatti, riferito le confidenze di una fonte anonima che ha rivelato quanto Laurene Powell Jobs, la moglie del visionario fondatore di Apple, si sia opposta alla realizzazione del film al punto di muovere tutti i suoi contatti pur di mettere i bastoni tra le ruote all’intera produzione.

Secondo le indiscrezioni pubblicate, la vedova avrebbe contattato personalmente Leonardo DiCaprio e Christian Bale per convincerli a non accettare la parte del protagonista. Così il ruolo alla fine è stato assegnato a Michael Fassbender, in forte ascesa dopo la nomination agli Oscar come miglior attore non protagonista per la sua interpretazione 12 anni schiavo.
Laurene Powell inoltre avrebbe esercitato forti pressioni anche sui possibili finanziatori del film inducendoli a non fornire i fondi necessari alla realizzazione dell’opera di Boyle, che ha anche rischiato di non essere prodotto proprio a causa dello scarso budget a disposizione. Ma cosa avrebbe suscitato tutte queste ire? Pare che la pellicola di Boyle non tracci un ritratto particolarmente lusinghiero del guru della tecnologia: Jobs è rappresentato sullo schermo come un uomo spesso intrattabile che lotta per anni contro il riconoscimento della patenità della figlia avuta dall’ex-fidanzata, Chrisann Brennan, interpretata da Katherine Waterston.

Steve JobsQuesti dettagli della vita dello straordinario inventore sono raccontati nel biopic mentre viene messo in scena il backstage del lancio di tre prodotti iconici di Apple, tra cui l’iMac (1998), che hanno portato a una rivoluzione digitale ideata da un uomo difficile quanto geniale. Basandosi sulla biografia best-seller scritta da Walter Isaacson, lo script è firmato da Aaron Sorkin, che nel 2011 ha ricevuto il premio Oscar per la migliore sceneggiatura non originale per The Social Network. Steve Jobs dipinge un ritratto intimo di un uomo straordinario. Oltre a Fassbender il cast è ricco di altri importanti attori tra cui: Jeff Daniels, che interpreta l’ex CEO della Apple John Sculley; Kate Winslet nei panni della ex responsabile marketing di Macintosh Joanna Hoffman, e Seth Rogen che presta il volto a Steve Wozniak, co-fondatore di Apple. Nonostante tutti i pettegolezzi e le discordie il 21 gennaio 2016 Steve Jobs uscirà nelle sale. Il debutto del film sarà atteso da migliaia di persone come l’ultimo modello di Iphone?

Laura Molinari

Guarda la gallery!

Nessun Articolo da visualizzare