Will Hunting e la scena improvvisata da Robin Williams che fece ridere tutto il set

Un fiume in piena chiamato Robin Williams ha dato vita ad una delle scene più belle del film.

Una sceneggiatura deve essere approvata da tutti: autore, regista e produttore. Ma alcune delle migliori scene viste al cinema sono nate sul momento, senza mai essere state scritte.

Una di queste ad esempio è presente in Will Hunting, il film cult degli anni ’90 con protagonisti dei giovani Matt Damon e Ben Affleck. Il regista è Gus Van Sant che ha dato origine alla storia di un genio ribelle che da giovane ragazzo scapestrato diventa un fenomeno della matematica.

Assieme ai due attori nel film c’è anche Robin Williams, e ovviamente la scena improvvisata è nata da lui.

Lo psicologo Sean Maguire (interpretato appunto da Williams) racconta al giovane Matt Damon un divertente aneddoto sulla defunta moglie e le sue flatulenze. Il racconto però non era sul copione, Robin Williams lo avevo inventato totalmente.All’ascolto del racconto improvvisato Matt Damon non è riuscito a contenersi, scoppiando in una fragorosa risata che contagiò pure il cameraman (possiamo notare un leggero tremolio).

Will Hunting alla fine ricevette 9 candidature ai premi Oscar, tra cui quella per miglior film, regia e attore protagonista; vincendo due statuette per la migliore sceneggiatura originale e per il miglior attore non protagonista a Robin Williams.

 

Nessun Articolo da visualizzare