STASERA IN TV

Ecco i film che Ciak vi consiglia per questa sera!

UN’OTTIMA ANNATA – A GOOD YEAR 

Regia: Ridley Scott

Con: Russell Crowe, Tom Hollander, Abbie Cornish, Valeria Bruni Tedeschi, Freddie Highmore, Marion Cotillard 

Ore: 21.15

Canale: 

Trama: L’impegnatissimo uomo d’affari inglese Max Skinner, nell’apice del successo nella sua carriera, riceve una convocazione da un notaio provenzale che lo invita ad esaminare la situazione testamentaria del vecchio zio Henry, appena morto. Max era cresciuto con l’anziano, imparando da lui la vita e molto altro, ma tanti anni sono passati…Ora torna in Provenza e trova, oltre a tanti ricordi, persone del suo passato e nuove figure. Su tutte una figlia illegittima dello zio Henry venuta a cercare le proprie radici, ma che lui teme voglia avanzare pretese sul terreno e la vigna, e una affascinante locandiera del paese.

LA PAPESSA

Regia: Sonke Wortmann

Con: Johanna Wokalek, Anatole Taubman, John Goodman, Iain Glen, Nicholas Woodeson, David Wenham

Ore: 21.00

Canale: 

Trama: 814 d.c.: Johanna sembra condannata a vivere una vita che non le piace, con un destino già scritto, tipico delle ragazze di quell’epoca: lavoro, figli e una morte prematura. Ma Johanna, spinta dalla fede e dalla convinzione che il destino abbia in serbo per lei qualcosa di diverso e che Dio le stia mostrando la via da seguire, si oppone al severo padre e alle regole della Chiesa, anche a costo di pagare un prezzo molto alto. Johanna frequenta la scuola nella cattedrale di Dorstadt, dove conosce il Conte Gerold, nobiluomo alla corte del vescovo. La loro amicizia si trasforma presto in amore, ma quando Gerold parte per la guerra, Johanna ricomincia a pensare al suo futuro e ben presto capisce che non riuscirà ad ottenere ciò che vuole proprio perché è una donna. Ed è allora che prende una decisione che avrà conseguenze enormi…

STEVE JOBS

Regia: Danny Boyle

Con: Michael Fassbender, Seth Rogen, John Ortiz, Kate Winslet, Jeff Daniels, Michael Stuhlbarg

Ore: 21.15

Canale: 

Trama: Steve Job si svolge nei backstage pochi minuti prima dei lanci dei tre prodotti più rappresentativi nell’arco della carriera di Jobs, partendo con il Macintosh nel 1984 e finendo con la presentazione dell’iMac nel 1998, portandoci, appunto, dietro le quinte della rivoluzione digitale, per tratteggiare un ritratto intimo dell’uomo geniale che è stato il suo epicentro.

Nessun Articolo da visualizzare