Il Signore degli Anelli, nella serie gli Hobbit saranno multietnici

il signore degli anelli

Arrivano nuove indiscrezioni su l’attesissima serie Amazon tratta da Il Signore degli Anelli, o meglio, dalla saga della Terra di Mezzo creata da J.R.R. Tolkien. E le informazioni arrivano da una persona decisamente attendibile, ovvero uno degli attori del folto cast.

L’attore britannico Sir Lenny Henry, intervenuto alla trasmissione radiofonica Saturday Live su BBC4 ha infatti parlato del suo ruolo, rivelando due aspetti molto importanti e inediti della serie per quanto riguarda la diversità e il ruolo dei personaggi femminili.

“Interpreto un Harfoot, ovvero come venivano chiamati gli hobbit nei tempi antichi della Terra di Mezzo, e sono nero, naturalmente. Gli Harfoot sono una popolazione indigena multietnica, una tribù, non una razza, e per questo ci sono Harfoot neri, asiatici, persino maori.”

Una notizia decisamente interessante per gli appassionati delle opere di Tolkien. La data d’uscita è già stata fissata, e per chi se la fosse persa la può scoprire aprendo il link qui sotto.

LEGGI ANCHE: Il Signore degli Anelli: la prima immagine e la data di uscita della serie

Per quanto riguarda la trama, si sa che gli eventi che si racconteranno in questa prima stagione sono ambientati circa 1000 anni prima delle avventure di Bilbo e Frodo, ma saranno presenti alcuni personaggi che il grande pubblico ha già potuto conoscere nella trilogia cinematografica di Peter Jackson, come Galadriel, Sauron ed Elrond, ma anche molti che invece arrivano dalle storie molto precedenti della saga tolkieniana.

The Lord of the Rings è la serie con il budget più alto della storia della televisione, circa un miliardo di dollari, un progetto maestoso destinato a durare molti anni e che arriverà anche agli eventi narrati ne Lo Hobbit e nella trilogia dell’Anello.

Per vedere un nuovo Frodo e un nuovo Bilbo bisognerà attendere un bel po’. Molto meno, probabilmente, per conoscere il nuovo Gandalf.

Nessun Articolo da visualizzare