ITsART, il Netflix della cultura italiana si espande

Annunciato il lancio in Europa, la piattaforma punta a Stati Uniti e Cina.

ITsART

Forte del nuovo patto con Cinecittà, la piattaforma di streaming ITsART, universalmente nota come il Netflix della cultura italiana si espande a tutti i 26 paesi dell’Unione Europea. Con la prospettiva di allargarsi ulteriormente ai mercati di Stati Uniti e Cina entro il prossimo anno.

Acronimo di “Italy is Art” e supportata dal Ministero della Cultura italiano, ITsART mira a diffondere il patrimonio artistico e culturale italiano – e la sua conoscenza – a livello globale. E dopo esser stata resa disponibile in Italia e nel Regno Unito, raggiunge ora Francia, Germania, Spagna, Danimarca, Paesi Bassi e altri territori dell’UE. Ai quali il servizio offrirà più di 1.250 eventi e spettacoli dal vivo e on demand, dalla visita virtuale di monumenti ai tour di famosi musei, all’opera, alla musica pop, alla danza, al teatro e al cinema.

La partnership con Cinecittà, poi, consentirà di avere accesso esclusivo allo smisurato Archivio Storico Luce, che presto conterrà i nuovi documentari originali, mostre e podcast disponibili nel 2022.

“Salvaguardare questo tesoro non basta – ha sottolineato la Presidente di Cinecittà Chiara Sbarigia. – Bisogna dare maggior valore a questa memoria visiva, condividendola. Siamo felici di annunciare che, attraverso l’Archivio Luce, Cinecittà amplierà la propria collaborazione con ITsART sui prodotti culturali. In questo modo, l’Archivio metterà a disposizione del palcoscenico virtuale di ITsART parte del proprio patrimonio. L’obiettivo è diffondere i suoi contenuti di conoscenza e arte, sfruttando l’occasione del contatto tra produttori e pubblico, offerta dalla piattaforma… Un doveroso gesto di attenzione al talento, alla passione, all’intraprendenza e alla creatività che da sempre caratterizzano l’Italia e che abitano in ITsART”.

Guido Casali è il nuovo Amministratore Delegato e Content director di ITsART

“Il nostro obiettivo era quello di fornire una piattaforma agile, in grado di raggiungere un pubblico crescente di appassionati di arte e cultura italiana in tutto il mondo, sostenendo al contempo il settore delle arti visive e dello spettacolo – ha detto Guido Casali, CEO di ITsART, presentando il lancio europeo dal Colosseo di Roma. – Ora ci concentreremo sull’innalzare il livello e lo spessore della nostra offerta di contenuti per far sì che l’arte ela cultura italiana siano davvero accessibili a tutti”. Anche se “nulla potrà sostituire l’emozione di camminare nel Colosseo o le emozioni di stare in un teatro”, ha continuato Casali definendo lo streaming “non è un’alternativa, ma complementare”.

Concepita durante la pandemia per fare fronte al calo di visitatori con diverse soluzioni di distribuzione e fruizione digitale, la piattaforma ITsART è suddivisa in tre sezioni: Palco, Luoghi e Storie.

Palco offre più di 250 spettacoli di arti performative, alcuni dei quali dal vivo, dai teatri lirici italiani tra cui La Scala di Milano, il Teatro Reale di Torino e La Fenice di Venezia.

Luoghi consente allo spettatore di viaggiare per l’Italia da casa e visitare più di 200 diversi siti iconici come Pompei, il parco archeologico del Colosseo di Roma, il Museo Egizio di Torino e il Museo Leonardo da Vinci di Milano.

Storie comprende oltre 250 titoli tra film, documentari e biopic di personalità di spicco del cinema e della cultura italiana, passate e presenti.

Nessun Articolo da visualizzare