La regina degli scacchi non avrà una seconda stagione

Scacco matto per la miniserie Netflix più vista di sempre

Dopo essere stata premiata ai recenti Emmy Awards come miglior miniserie e per la miglior regia in una miniserie, è tempo di tirare le somme per The Queen’s Gambit (La regina degli scacchi) e parlare di futuro. A farlo sono stati direttamente i produttori esecutivi Scott Frank e William Holberg proprio durante la cerimonia degli Oscar televisivi. Le loro dichiarazioni non lasciano speranze: non ci sarà alcuna seconda stagione.

Emmy Awards 2021, tutti i vincitori

Parlando con Deadline, Scott Frank ha condiviso una preoccupazione condivisa sia dai fan, sia dal team creativo, che si verifica quando una serie limitata diventa un grande successo:

“Mi sento come se avessimo raccontato la storia che volevamo raccontare e mi preoccupo – anzi, sono terrorizzato – che se provassimo a fare di più, rovineremmo quello che abbiamo già raccontato”.

Frank e Holberg, comunque, insieme alla pupilla Anya Taylor-Joy, hanno garantito che lavoreranno insieme in un altro progetto. Il trio ha detto che la troupe è diventata come una famiglia, e sicuramente troveranno un’altra storia da portare in vita.

Miniserie da record: è la più vista di sempre su Netflix

Ispirata all’omonimo romanzo di Walter Trevis del 1983, The Queen’s Gambit racconta la vita di Beth Harmon, bambina prodigio degli scacchi, orfana, che lotta contro la dipendenza da alcol e psicofarmaci nel tentativo di diventare una campionessa. In gara nel torneo internazionale di scacchi più prestigioso del mondo (popolato da soli uomini), Beth entra nella storia quando inizia a batterli tutti. Giunta sugli schermi di Netflix nel 2020, è diventata rapidamente la serie limitata più vista di sempre, conquistando oltre 62 milioni di utenti.

Grazie al ruolo di Beth, Anya Taylor-Joy è diventata una delle star più amate, ricercatissima per ogni ruolo. A brevissimo la vedremo al cinema nell’atteso Last Night in Soho di Edgar Wright, mentre tra i suoi progetti imminenti ci sono il remake di Nosferatu diretta dal regista di The Witch Robert Eggers e la dark comedy The Menu con Judith Light, Hong Chau e Ralph Fiennes. Più tardi, assumerà il ruolo principale di Furiosa, prequel del premio Oscar Mad Max: Fury Road, atteso per il 2024.

Nessun Articolo da visualizzare