“IL NOSTRO ULTIMO”: UN PROGETTO CORAGGIOSO

«Libertà non è star sopra un albero, libertà è partecipazione». Nelle celeberrime parole della canzone di Giorgio Gaber c’è un po’ tutto il senso di Il nostro ultimo, il film diretto da Ludovico Di Martino. In sala dal 16 giugno.

Questo road movie sui generis racconta la storia di due fratelli, Fabrizio e Guglielmo, e delle loro vite piene di distrazioni. Quando la loro madre muore inaspettatamente, i ragazzi decidono di esaudire l’ultimo desiderio della donna: andare al mare, in Sicilia, per un’ultima volta tutti insieme. Questo folle viaggio diventerà l’occasione per conoscere meglio se stessi, rendendo più forte il loro legame deteriorato da anni di incomprensioni. La perdita della madre insegnerà a Fabrizio e Guglielmo l’importanza di saper accettare i cambiamenti e il prossimo per essere davvero liberi. «Il tema centrale del film è la morte che è capace di capovolgere la concezione che abbiamo della vita», ha raccontato il regista. Il nostro ultimo, prodotto dal Collettivo Blue&Berry (ovvero Ludovico Di Martino e Gabriele Luppi), nasce dalla volontà ambiziosa di creare un’opera autarchica, raccogliendo pochi soldi e rischiando tutto per raccontare con coraggio il valore della libertà attraverso un viaggio assurdo ma indimenticabile.

 

 

Nessun Articolo da visualizzare