“EQUALS”

In un futuro dove gli esseri umani sono stati geneticamente modificati e privati delle emozioni nel tentativo di proteggere la società dall’instabilità provocata da desideri e passioni, Nia (Kristen Stewart) e Silas (Nicholas Hoult) cercano di nascondere la reciproca attrazione. Ma l’unica possibilità di salvezza sarà la fuga.

Più che un film di fantascienza, Equals sembra un melò per teenagers, dove i due protagonisti, che hanno da poco riconosciuto le proprie emozioni, cercano faticosamente un contatto fisico proibito, come già accadeva alla Stewart in Twilight più che nello shakespeariano Giulietta e Romeo. Districandosi a malapena tra i tanti riferimenti, Doremus si muove senza troppe idee, e il film resta privo di emozioni, proprio come la società distopica che racconta.