Addio a Tomas Milian, non solo “Er Monnezza”: i suoi film più famosi

Il trucido e lo sbirro

Tomas Milian è morto ieri a Miami per un ictus, all’età di 84 anni. L’attore, nato a Cuba col nome di Tomás Quintín Rodríguez Milián, viveva da molti anni negli Stati Uniti ma ha raggiunto il successo soprattutto in Italia con personaggi popolarissimi del poliziottesco anni ’70: il romanissimo ladro Sergio Marazzi detto “Er Monnezza”, che compare per la prima volta nel film Il trucido e lo sbirro di Umberto Lenzi nel 1976, e l’ispettore Nico Giraldi, protagonista di una serie di Bruno Corbucci che comprende Squadra antiscippo, Assassinio sul Tevere, Delitto al ristorante cineseDue personaggi distinti ma che si somigliano per il turpiloquio, la romanità e la voce eccezionale di Ferruccio Amendola, inscindibile sia da Giraldi che da Marazzi.

Ma Milian non fu solo un’icona del poliziottesco: lavorò anche con tanti autori Lattuada (L’imprevisto), Visconti (Boccaccio ’70), Lizzani (Banditi a Milano), Liliana Cavani (I cannibali), Dennis Hopper (Fuga da Hollywood), Steven Soderbergh (Traffic). Il suo mito non si era mai affievolito, soprattutto tra i cultori del cinema di genere, alimentato da decine di pagine Facebook con citazioni di “Er Monnezza” e inviti a festival in tutto il mondo: a ottobre avrebbe dovuto partecipare al Festival di Almerìa. Nel 2014 aveva ricevuto il Marc’Aurelio d’Oro alla carriera alla Festa del Cinema di Roma.

Nessun Articolo da visualizzare