FESTA DEL CINEMA DI ROMA: NEL PROGRAMMA “THE WALK” E UNA RETRSOPETTIVA SU PABLO LARRAÍN!

In attesa di scoprire il programma ufficiale della decima edizione della Festa del Cinema di Roma, è stata annunciata l’anteprima dell’atteso The Walk – 3D diretto da Robert Zemeckis e la retrospettiva dedicata al regista cileno Pablo Larraín

Pablo Larraín
Pablo Larraín

Mancano ormai poche settimane alla Festa del Cinema di Roma e, dopo l’annuncio di Truth come film d’apertura, nel programma si aggiunge un altro, notevole titolo: The Walk – 3D. Infatti il nuovo film del premio Oscar Robert Zemeckis sarà presentato in anteprima alla decima edizione della Festa del Cinema di Roma: «L’ennesimo magnifico film di un grande regista – dichiara Antonio Monda, direttore artistico della Festa, al fianco di Piera Detassis, Presidente della Fondazione Cinema per Roma – che riesce ad essere un autentico autore realizzando film altamente spettacolari. Il cinema di Zemeckis è, sanamente, arte e industria ». The Walk racconta la storia vera del funambolo Philippe Petit, basandosi sul libro The Walk. Fra le Twin Towers, i miei ricordi di funambolo, firmato dallo stesso equilibrista. Nella pellicola, a dar volto al protagonista, troviamo Joseph Gordon-Levitt, affiancato da Ben Kingsley, Charlotte Le Bon e James Badge Dale.

Ma non finisce qui. La Festa del Cinema di Roma dedicherà una retrospettiva al regista, produttore e sceneggiatore Pablo Larraín, curata da Mario Sesti, coordinatore artistico del comitato di selezione delle opere, che si svolgerà alla location parallela all’Auditorium Parco della Musica, ovvero il Museo MAXXI. L’autore cileno, naturalmente, sarà a Roma per incontrare il pubblico e presentare, oltre il suo ultimo titolo El Club (in sala a novembre), tutti i suoi passati film, da Fuga a Tony Manero e Post Mortem, fino all’applaudito No – I Giorni dell’Arcobaleno. Una evento importante, come sottolinea lo stesso Sesti: «La Festa del Cinema di Roma, insieme all’Ambasciata del Cile e al MAXXI con cui quest’anno si rinnova e rafforza la partnership, è particolarmente orgogliosa di essere la prima manifestazione internazionale a rendere omaggio ad un autore il cui cinema sembra affondare, con stupefacente sicurezza, come il bisturi di un prodigioso chirurgo, tra le viscere della vita ».

Damiano Panattoni

Nessun Articolo da visualizzare