UN HOMELESS DI NOME RICHARD GERE AL TAORMINA FILM FEST

Fra glamour e solidarietà inizia il Taormina Film Fest che guarda a Hollywood ma punta al sociale. Il sequel di Nemo, Alla ricerca di Dory, inaugura la sera dell’11 giugno la 62a edizione della storica kermesse siciliana che nel pomeriggio ha accolto trecento senzatetto al Teatro Antico per la proiezione di Gli invisibili di Oren Moverman, con Richard Gere in persona. Il film-reality è l’esperimento dell’attore statunitense che ha vestito i panni di un clochard a New York per raccontare la disperazione degli ultimi della Terra. Organizzato da Tiziana Rocca, anche quest’anno il Taormina Film Festival ha in programma oltre cento titoli fra anteprime, grandi film, cortometraggi, documentari e tante star. Se Monica Guerritore e Alessandro Borghi hanno partecipato al gala di apertura, tra gli ospiti più attesi, Susan Sarandon è arrivata ieri per presentare il film The Meddler di Lorene Scafaria. E in occasione di una master-class ha raccontato il suo personaggio, una madre iper-protettiva e invadente, la sua relazione con i figli e le difficoltà delle donne mature nel cinema.

(foto di Pietro Coccia)