Beverly Hills Cop: ecco cinque curiosità sul film con Eddie Murphy

Ecco cinque curiosità sul film che rese Eddie Murphy una star di Hollywood

Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills (Beverly Hills Cop) è un film del 1984 di Martin Brest. Primo film della trilogia di Beverly Hills Cop, vede nel cast Eddie Murphy  Lisa Eilbacher, Steven Berkoff, Judge Reinhold e Ronny Cox. La pellicola parla di Axel Foley che è un giovane agente della polizia di Detroit, fin troppo esuberante e insofferente alle regole. Il suo più caro amico è Michael Tandino, un piccolo ladruncolo a cui Axel è molto affezionato che viene ucciso a sangue freddo da dei misteriosi killer. Indagando, Axel scopre che l’ultimo posto che l’amico aveva frequentato era una galleria d’arte a Beverly Hills, dove aveva trovato lavoro grazie a Jenny, amica comune di vecchia data. Ecco cinque curiosità sul film:

GLI INCASSI

Il film è stato un grande successo nel 1984, risultando secondo al botteghino solo a Ghostbusters – Acchiappafantasmi. Per la sua produzione sono stati spesi 15 milioni di dollari, mentre al botteghino statunitense ha incassato più di 234 milioni.

LE IMPROVVISAZIONI DI EDDIE MURPHY

Eddie Murphy improvvisò molto sul set. Molte centinaia di ciak sono stati rovinati dai vari lavoratori della troupe o attori o lo stesso regista, che non riuscivano proprio a smettere di ridere durante le riprese.

STALLONE DOVEVA ESSERE IL PROTAGONISTA

I piani iniziali del film erano molto diversi e hanno coinvolto dapprima Mickey Rourke e in seguito, più da vicino, Sylvester Stallone come protagonista. Due settimane prima l’attore fu sostituito con Eddie Murphy con una profonda riscrittura della sceneggiatura.

L’ISPETTORE TODD

L’ispettore Todd della polizia di Detroit è stato interpretato dall’allora Detective Gilbert R. Hill della Omicidi di Detroit.

LA CANDIDATURA ALL’OSCAR

Il film è stato candidato ad un Premio Oscar per la miglior sceneggiatura originale.

Nessun Articolo da visualizzare