Quando Lucas sostituì David Prowse a sua insaputa nel finale de “Il Ritorno dello Jedi”

Gli amanti di Star Wars oggi sono in lutto. L’attore David Prowse, noto per aver interpretato Darth Vader nella trilogia originale di Guerre Stellari, è morto oggi all’età di 85 anni. David ha interpretato il corpo e le movenze del personaggio, mentre la voce non era la sua, bensì di James Earl Jones.

Prowse proprio per questa decisione covò sempre dei risentimenti verso George Lucas (l’ideatore della saga) per la scelta fatta in quanto non era stato avvisato. Questo astio tra l’attore e Lucas continuò per tutti i film, fino alla fine. Infatti per Il ritorno dello Jedi, il terzo capitolo della trilogia originale, la scena dove Darth Vader viene smascherato alla fine, fu girata in gran segreto all’insaputa di Prowse stesso, che non poté quindi prestare il volto in quell’unica occasione.

Questo perché Lucas scelse l’attore Sebastian Shaw su richiesta di Alec Guinness (interprete di Obi-Wan Kenobi). Il regista accettò in modo da riavere Guinness nel ruolo di Obi-Wan nel film, visto che l’attore non amava la saga. E così Prowse ha visto sfumarsi l’unica occasione per far vedere il proprio volto dietro la maschera.

Prowse fu anche sostituito per i combattimenti, in cui è lo stuntman Bob Anderson a tirare di scherma con la spada laser. Insomma, alla fine David venne sostituito nella voce, nel volto, e nel combattimento.

Nessun Articolo da visualizzare