IL SALE DELLA TERRA: IL SUCCESSO DEL DOCUMENTARIO DI WENDERS SU SALGADO

Wim Wenders torna in sala con Il Sale della Terra, documentario dedicato alla figura e al lavoro di Sebastião Salgado, uno dei grandi nomi della fotografia documentaria contemporanea. La pellicola – che nel primo weekend di programmazione ha guadagnato quasi 110mila euro (con una media per copia di oltre tremila euro) – racconta quarant’anni di attività del fotografo brasiliano, testimone diretto di conflitti internazionali e civili, carestie, violenze, esodi biblici e crisi umanitarie.

Miscelando filmati di repertorio ripresi da Juliano Salgado, primogenito di Sebastião, durante le spedizioni al seguito del padre, e naturalmente fotografie in bianco e nero di straordinaria bellezza e umanità commentate e contestualizzate dalla viva voce dello stesso autore, Wenders, dopo Pina nel 2011 sulla coreografa e ballerina tedesca Pina Baush, esplora il mondo e la poetica dell’oggi settantenne fotografo, restituendoci un ritratto straordinario, commovente e profondo di un uomo che ha dedicato la sua vita a dare voce e dignità agli ultimi della Terra. E che proprio dalla bellezza delle aree tuttora incontaminate del nostro pianeta, oggetto del suo ultimo imponente lavoro, Genesi, attualmente in mostra a Milano, e dal forte impegno ecologista ha saputo ritrovare e rinnovare – dopo la prostrazione causata dalla perdita di speranza per il genere umano – energia e amore per la vita e per l’uomo, il vero “sale della Terra”.

Federica Bello

Nessun Articolo da visualizzare