CIAK BIZARRO! MA CHE BELLA SORPRESA

DI MARCELLO GAROFALO

Ispirandosi a una commedia brasiliana (A Mulher Invisivel) che ha ottenuto molto successo in patria nel 2009 il regista e sceneggiatore Alessandro Genovesi presenta il suo nuovo film dal titolo Ma che bella sorpresa (uscita sala 11 marzo) interpretato da Claudio Bisio, Frank Matano, Valentina Lodovini, con la partecipazione di Renato Pozzetto e di Ornella Vanoni. Un professore di letteratura al liceo, a seguito di una cocente delusione amorosa, va letteralmente in pezzi finché non bussa alla sua porta una vicina di casa troppo perfetta da essere vera. Il film è ambientato in una Napoli coloratissima, quasi “da fumetto”, in cui i cliché vengono serviti con calcolata malizia e il divertimento maggiore scatta proprio quando sono in scena i due milanesissimi e stralunati genitori del protagonista Bisio, ovvero Pozzetto e Vanoni.

Tra i “bizarro movies” interpretati da Renato Pozzetto il cui humour è sempre stato caratterizzato da tocchi surreali, forse il “weirdo award” per la performance attoriale più folle gli va attribuita per il suo ruolo en travesti nel raffinato film di Mauro Bolognini Gran bollito (1977) in cui Renato è Stella Kraus, una spumeggiante cantante di varietà dichiaratasi tedesca ma poi risultante lombarda fino almidollo. Pozzetto ci regala deliziose performance canore su musiche di Enzo Jannacci tra cui Cicche cicche, Libe là e La mia morosa va alla fonte prima di venire decapitato e “saponificato” dalla terribile Shelley Winters nei panni di Leonarda Cianciulli, nota serial killer italiana del primo dopoguerra.

In quanto a Ornella Vanoni ricordiamo che l’affermata cantante ha esordito proprio come attrice (1956) nella compagnia del Piccolo Teatro di Milano, e che nel 1979 è stata co-protagonista del film interpretato e diretto da Ugo Tognazzi, I viaggiatori della sera tratto dal romanzo omonimo di Umberto Simonetta. In detto titolo, di tragica fantapolitica, ambientato in un immaginario futuro in cui i giovani al potere hanno creato un sistema per sbarazzarsi di tutti coloro che hanno raggiunto la mezza età, Ornella interpreta con fine sensibilità il ruolo della moglie di Tognazzi e generosamente offre anche il suo nudo.

In occasione della presentazione del film di Genovesi alla stampa, ha dichiarato: «Mi hanno portato in un posto orribile, tutto molto caotico, ma trovo geniale la scelta di Napoli per questo film, C’è infatti una grande somiglianza tra i napoletani e i brasiliani, sono entrambi un po’ figli di puttana e sfacciati ».

Holy Socks, poi la Signora ha doverosamente puntualizzato: «Nel senso di simpatiche canaglie! »

Bizzarro-Ma-che-bella-sorpresa-

Nessun Articolo da visualizzare