Gabriele Muccino contro i David di Donatello: “L’avete fatta grossa, a perdere non sono io, ma la vostra credibilità”

Il regista romano con un Tweet commenta in modo polemico le nomination ai David di Donatello

Venerdì 26 marzo sono state rese note tutte le candidature dei titoli che andranno a competere per la 66esima edizione dei ‘premi Oscar italiani’, i David di Donatello (potete trovare l’elenco completo qua). Tra i film con più candidature sono risultati esserci “Volevo nascondermi” di Giorgio Diritti con protagonista Elio Germano, “Hammamet” di Gianni Amelio e “Favolacce” dei fratelli D’Innocenzo.

LEGGI ANCHE: DAVID 2021, LA PARANZA DEGLI ESCLUSI

Tra i pareri contrari alle candidature c’è quello del regista Gabriele Muccino, il quale ha espresso il suo profondo dissenso con un post sul suo account Twitter.

Nelle ultime ore, un nuovo tweet, stavolta indirizzato direttamente al film “Favolacce”:

Non è la prima volta che il regista esprime la sua amarezza: lo stesso era avvenuto dopo la pubblicazione della lista dei 25 film italiani candidati per rappresentare l’Italia agli Academy Awards, con l’esclusione del suo recente “Gli anni più belli”, il film con protagonisti Pierfrancesco Favino, Micaela Ramazzotti, Kim Rossi Stuart e Claudio Santamaria. Anche in quell’occasione il regista romano commentò la notizia sul suo account Instagram con una vena polemica.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gabriele Muccino (@gmuccino)

 

Nessun Articolo da visualizzare