Jane Campion categorica sui cinecomic: “Li odio, non li dirigerò mai”

La regista neozelandese si mette tra le fila di Martin Scorsese e Ridley Scott sulla questione cinecomic

Jane Campion non è una fan dei film di supereroi. Per niente.
La regista neozelandese, premiata all’ultima Mostra del Cinema di Venezia con il Leone d’Argento (miglior regia) per Il potere del cane, ha espresso tutto il suo disappunto verso i cinecomic alla proiezione del suo film all’AFI Fest.

-Il potere del cane: trailer e data d’uscita del film con Benedict Cumberbatch

Li odio. Li odio davvero ha ammesso la Campion di fronte ad una domanda che le chiedeva se sarebbe stata interessata a dirigere un film di supereroi. “Non ho dubbi sul fatto che non lo farò mai. Sono rumorosi e ridicoli. A volte ci si fa una bella risata, ma non so cosa piaccia di quei mantelli e uomini adulti in calzamaglia. Mi sembra una pantomima“.

Le osservazioni della Campion arrivano a poca distanza da quelle di Ridley Scott, che li ha definiti “noiosi, con sceneggiature che non valgono niente” e più di un anno dopo che Martin Scorsese aveva ‘avviato’ le polemiche con il paragone dei parchi a tema. “Non li vedo. Ci ho provato, sapete? Ma questo non è cinema” – aveva detto a Empire – “Onestamente, assomigliano ad un parco giochi, per quanto siano ben fatti e abbiano attori che fanno il meglio che possono nelle circostanze. Non è quel tipo di cinema umano che cerca di trasmettere esperienze emotive e psicologiche a un altro essere umano”.

LEGGI ANCHE:
Richard Donner: il regista di Superman dice la sua riguardo i cinecomics

Nessun Articolo da visualizzare