Richard Donner: il regista di Superman dice la sua riguardo i cinecomics moderni

Il papà del "Superman" uscito nel 1978 interpretato da Marlon Brando, Christopher Reeve e Gene Hackman.

Nel corso di una recente intervista Richard Donner, regista degli storici film di Superman con Cristopher Reeve, ha commentato l’imminente uscita di Zack Snyder’s Justice League, versione integrale e originale del cinecomic del 2017.

Il regista stuzzicato sull’argomento ha detto la sua sulla popolarità raggiunta dal genere, rispondendo a Martin Scorsese che tempo fa si era espresso anche lui sui cinecomics in maniera dura.

“Il problema, nell’industria cinematografica, è che a volte le possibilità tecniche prendono il sopravvento e vengono travisate. Allo stesso tempo però se scavi a fondo troverai che alcune di quelli storie nascondono un incredibile cuore pulsante.”

Donner poi entra nello specifico parlando dei cinecomics:

“C’è davvero troppa gente che trasforma i supereroi in personaggi così cinici che poi li trovo deprimenti. Quando sono troppo cupi, tetri, arrabbiati con sé stessi e il mondo. Ecco, quando sono così non li trovo portatori di vero intrattenimento. Mi pare che la realtà sia già abbastanza pessima di per sé. Veniamo da quattro anni di Donald Trump: penso che la gente desideri l’opposto. Quando ne vedo uno fatto bene, secondo quelli che sono i miei standard, è davvero appagante. Sono davvero felice e orgoglioso. Ma quando sono fatti male è davvero una grande delusione.”

Oltre questo discorso, Richard ha confermato un suo nuovo “Arma Letale” diretto sempre da lui!

Nessun Articolo da visualizzare