Jim Carrey ed il difficile rapporto con Tommy Lee Jones sul set di “Batman Forever”

Jim Carrey, tra le sue tante interpretazioni brillanti, ha indossato anche i panni da supercattivo in Batman Forever, uno dei film meno apprezzati sul Cavaliere Oscuro.

In quella tunica verde piena di punti interrogativi interpretava l’Enigmista, al momento ancora unica rappresentazione cinematografica del villain. Al suo fianco, con l’intento di contrastare Batman c’era un altro supercattivo: Due Facce, interpretato da un insolito Tommy Lee Jones. I due cattivi alleati per un unico scopo.

Durante una puntata del Norm Macdonald Live di qualche anno fa però, Jim Carrey si è ritrovato a parlare del difficile rapporto che ebbe con Tommy Lee Jones sul set del film diretto da Joel Schumacher.

A quanto pare sul set l’atmosfera non era una delle migliori, proprio per colpa del loro rapporto. Raccontava così Jim:

“Io ero la star, ed era questo il problema. Una sera durante le riprese ci ritrovammo nello stesso ristorante. Io mi avvicinai e dissi “hey Tommy come va?” e a lui andò il sangue alla testa. Sì alzò e venne ad abbracciarmi, e quando fummo vicini mi disse “io ti detesto, davvero, tu non mi piaci”. Io gli dissi “qual è il problema?” e presi una sedia, una mossa che forse non fu molto astuta. Lui mi disse “non approvo neanche un po’ il tuo modo di fare il buffone”. Ma lui è un attore fenomenale, mi piace ancora.

A tornare sulla questione ci fu anche il regista Joel Schumacher (scomparso qualche tempo fa):

No, non fu molto carino con Jim. Non si comportò come il vincitore di un Oscar con una stella sulla Hollywood Boulevard, membro più anziano del cast e con una così rispettabile carriera alle spalle. Ma ciò che accade sul set resta sul set. Tommy è, e lo dico con il massimo rispetto, uno che ruba la scena. Ma non puoi rubare la scena a Jim Carrey, è impossibile. E credo che ciò abbia irritato Tommy”.

Vi lasciamo con una scena del film con loro due protagonisti:

 

Nessun Articolo da visualizzare