Grey’s Anatomy: le 8 cose che ci mancano di Cristina Yang

Tutti i fan di Grey’s Anatomy possono confermarlo: la mancanza di Cristina Yang, interpretata da Sandra Oh, si fa sentire. Ecco otto aspetti del suo carattere per cui questo personaggio, che ormai ha abbandonato la longeva serie di Shonda Rhimes, è insostituibile agli occhi del pubblico. 

1. Il suo sarcasmo.

Cristina sa sempre cosa è meglio dire e come dirlo: in tono sarcastico, schietto, lapidario. Non fa giri di parole, arriva dritta al punto e sottolinea ogni situazione nel modo più irriverente, arguto e forte. Bando alle moine e alle gentilezze: a costo di risultare cruda, la Yang dice quello che pensa… facendoci ridere. In ogni puntata in cui non c’è, non possiamo che chiederci:
"cosa avrebbe detto Cristina in questo momento?".

2. La sua forza nell’essere se stessa.

Fin dalle primissime puntate, Cristina ha chiarito le sue priorità e il suo modo di essere. Questo non le ha impedito di mettersi in discussione, a volte, dubitando di se stessa senza che gli altri notassero le sue debolezze. E’ una donna che non ha paura di esprimersi, non ha paura di risultare "diversa" rispetto alle altre: non si sente fuori dai canoni, perché per lei quegli standard non hanno valore. Con il suo atteggiamento e la sua fiducia in se stessa è una vera fonte di ispirazione.

3. La sua inaspettata fragilità.

Di Cristina si notano subito la forza e la corazza dura. Questa, però, cela un lato fragile che lei accuratamente protegge. A volte non può impedire che emerga e quando succede sbalordisce sempre il pubblico: con la stessa lucidità di sempre, la Yang dà voce anche alle sue sofferenze. Quando arriva al limite e ha bisogno di esporle, lo fa sempre con veemenza e passione.

4. La sua lealtà.

Cristina Yang è la "
persona" di cui tutti hanno bisogno. E’ leale, anche nei momenti di attrito. Non tradisce e non si tira indietro quando può aiutare i suoi cari, specie
Meredith Grey. E’ severa, ma ha sempre in serbo un discorso motivazionale perfetto e un consiglio impeccabile.

5. La sua indipendenza. 

La Yang ha avuto diverse relazioni importanti nel corso della serie, tra cui ricordiamo ovviamente quella con
Owen Hunt. Ma anche quando il suo cuore batteva velocemente, lei non ha mai dimenticato se stessa. E’ indipendente, pensa con la sua testa e non permette a nessuno di scombinare i suoi progetti. D’altra parte, la sua intelligenza, il suo talento e la sua tenacia sono fuori dal comune.

6. Le sue facce buffe.

C’è poco da dire: esattamente come la battuta sarcastica, anche l’espressione più buffa ed adeguata arriva con la Yang al momento giusto. Con lei ogni scena acquista vivacità e carattere.

7. I suoi pianti che facevano commuovere anche noi.

Proprio perché rari, i momenti in cui Cristina si è esposta sono stati tra i più struggenti della serie. Le sue lacrime portavano con sé anche quelle dei fan: è impossibile rimanere impassibili quando la Yang cala di colpo le sue difese. Immedesimarsi in lei, così decisa ma anche sensibile, era un meccanismo spontaneo e sincero.

8. La sua determinazione.

Anche quando era specializzanda, la Yang non ha mai dubitato del suo obiettivo. Diventare chirurgo per lei non è mai stata solo un’opzione, ma una vera e propria vocazione per la quale sacrificare tutto il resto. La sua dedizione e il suo impegno non sono mai stati davvero messi in crisi, nonostante le enormi difficoltà affrontate nel corso delle stagioni. Cristina Yang è la cardiochirurgia, si identifica con essa, vive il suo sogno con la forza che spesso a noi può mancare. Il suo personaggio è un promemoria vivente della necessità di credere con tutte le proprie forze in ciò che si vuole fare. Per quali altri motivi vi manca questo personaggio?

Nessun Articolo da visualizzare