“Una nuova voce”: il corto ecologista di Peter Marcias ad Alice nella Città

Alla Festa del Cinema di Roma il poetico corto di Peter Marcias, che porta avanti la fondamentale battaglia ecologista a partire da un progetto di volontariato in Sardegna

Sabato 16 ottobre alle ore 14 a Roma (Auditorium di via della Conciliazione) c’è la prima italiana del corto Una nuova voce di Peter Marcias (tra i suoi film più recenti Uno sguardo alla Terra e Nilde Iotti, il tempo delle donne), evento speciale di Alice nella Città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata alle giovani generazioni.

Un film che nasce dal progetto Pianta un albero: è un gesto d’amore del Centro servizi per il volontariato Sardegna Solidale, che ha portato a girare l’isola per piantare migliaia di alberi. «Noi con la nostra piccola troupe», racconta il regista, «siamo andati con loro filmando decine di gesti d’amore, in posti incantevoli, giardini, piazze e comunità. Abbiamo raccolto le suggestioni dei bambini che mettono le mani nella terra, e quelle mani se le sono sporcate. Abbiamo creato e montato storie. A venire fuori è appunto Una nuova voce, un breve film su un’iniziativa che ha mobilitato la Sardegna per salvaguardare la natura, l’ambiente, il paesaggio e di riflesso l’intero pianeta».

Un lavoro girato in varie località (Bitti, Tergu, Perfugas, Tempio Pausania, Oristano, Laerru, Nulvi, Tortolì, Guspini, Villacidro, Orosei, Cagliari, Iglesias, Gergei, Villaspeciosa, Fluminimaggiore, Orgosolo) prima e durante gli incendi dell’estate scorsa che hanno devastato (non solo) la Sardegna. «Il mio piccolo film , commenta al riguardo Marcias, «è anche una risposta alla furia del fuoco». Nonché «il modo per essere a fianco del CSV Sardegna Solidale durante la campagna si sensibilizzazione e responsabilizzazione dei cittadini per un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre».

Nessun Articolo da visualizzare