Warner Bros, lamentele da parte dei registi per i diversi trattamenti: adeguati i contratti per il 2021

Secondo le ultime voci riguardo l’uscita di “Dune”, la Warner Bros. vorrebbe rilasciarlo solo al cinema per preservarne il potenziale. Questa notizia ha riacceso la speranza di Lana Wachowski, pronta a richiedere lo stesso trattamento anche per Matrix 4.

La posizione della filmmaker, secondo quanto riportato dal magazine, è irremovibile: Lana Wachowski vuole vedere il suo Matrix 4 al cinema. Effettivamente l’esclusiva uscita cinematografica di Dune, potrebbe creare un forte precedente convincendo tutti gli altri registi di esigere un trattamento simile.

Intanto La Warner, per calmare queste numerose lamentele, ha deciso di “trattare ogni film come un successo al box office.” Per questo la famosa casa di produzione ha intanto adeguato i termini dei contratti con i filmmaker per garantire dei pagamenti a prescindere dai risultati ottenuti dalle varie pellicole.

Questa nuova formula di contratto prevede che per ottenere i bonus basterà raggiungere la metà degli incassi previsti normalmente, o anche meno se nel frattempo verranno chiuse ulteriori sale cinematografiche. Coloro che riceverebbero i profitti degli incassi al botteghino continueranno a farlo, e inoltre beneficeranno delle vendite on-demand.

Nessun Articolo da visualizzare