Fellini Forward, a Venezia i Red Diaries 2021 di Campari

L'Intelligenza Artificiale esplora il genio del grande regista.

Campari Red Diaries 2021: Fellini Forward

L’iconico brand italiano lancia Campari Red Diaries 2021: Fellini Forward al Campari Boat – In Cinema, nel corso della 78a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Un progetto pionieristico ispirato agli ultimi periodi di Federico Fellini che, con l’ausilio di tecnologie di Intelligenza Artificiale e machine learning, esplora il genio creativo di uno dei più grandi cineasti di tutti i tempi, dando vita a uno short movie unico nel suo genere.

Campari Boat – In Cinema torna al Lido di Venezia

A illustrarlo, uno speciale documentario che ripercorre tutto il processo di realizzazione del cortometraggio, nel quale viene esplorato il futuro del cinema e la collaborazione creativa tra intelligenza umana e artificiale in base all’esperienza maturata sul set ambientato a Roma, con commenti di insigni esperti. Come si vede nel trailer che segue:

Dopo la prima del Campari Boat, dove è stata proiettata una versione speciale di Fellini Forward, il documentario sullo short movie sarà proiettato in anteprima per il Nord America nella categoria Partner Presentation al New York Film Festival il 29 settembre 2021, e sarà disponibile in Italia al pubblico per un mese a partire dal 1 ottobre su Amazon Prime Video.

Federico Fellini: 28 anni fa l’Oscar alla carriera

CAMPARI FELLINI FORWARD: IL DOCUMENTARIO

Da sempre sostenitrice del mondo dell’arte, con questo progetto Campari ha raggiunto l’apice delle sue ambizioni, esplorando nuovi campi e territori sia nel mondo del cinema che in quello della tecnologia. Il documentario Fellini Forward, nell’ambito dei Campari Red Diaries 2021, con la regia del premiato duo ZCDC, costituito da Zackary Canepari e Drea Cooper, esplora il mondo della creatività, dell’arte e della tecnologia in uno studio audace e di ampio respiro, che cattura ogni fase del progetto, dalla ricerca e sviluppo al prodotto finale dello short movie. Con le osservazioni del regista di corti Maximilian Niemann e dell’esperto di innovazione Marc D’Souza, entrambi collaboratori dell’innovativo studio di produzione UNIT9, il documentario ripercorre tutto il processo creativo, compreso il set up e i processi interni dell’intelligenza artificiale, e con una panoramica su tutti gli strumenti utilizzati durante la produzione.

Fantastic Mr. Fellini: quando Wes Anderson raccontò il maestro del cinema

Riflettendo sul progetto, i documentaristi Zackary Canepari e Drea Cooper, che compongono il duo ZCDC, commentano così: “Quando abbiamo chiesto alla gente cosa fosse per loro l’intelligenza artificiale, ognuno ha dato una risposta diversa, e questo ci fa capire quale sia il potenziale creativo di questi strumenti e quanto siano freschi, nuovi e ricchi di potenzialità”.

CAMPARI FELLINI FORWARD: IL CORTO

Nato dalla collaborazione tra input umano e intelligenza artificiale, lo short movie trae ispirazione dalla vita di Federico Fellini e ci offre un racconto metaforico dell’esordio e dell’evoluzione del Maestro nel mondo del cinema, dando al pubblico l’opportunità di seguire tutta la sua evoluzione, dalla prima scintilla di passione giovanile fino alle opere più celebri. Il risultato è il frutto del lavoro esplorativo di alcuni tool di AI che, sotto la guida di UNIT9, hanno analizzato le vecchie trascrizioni di Fellini cercando di estrapolarne i motivi ricorrenti in termini di linguaggio e di dettaglio descrittivo. Hanno inoltre analizzando visivamente le riprese inconfondibili del regista, inclusi i movimenti della cinepresa e le emozioni facciali.

Sulla base di questi elementi sono stati sviluppati specifici tool di sceneggiatura e previsualizzazione, che hanno combinato i risultati di apprendimento dell’intelligenza artificiale per sfruttare il DNA creativo di Fellini. Da questi tool di AI sono emersi suggerimenti per il copione e le scene del nuovo corto, con l’obiettivo di dare vita a un’opera cinematografica dal sapore fellinesco. L’uso del tool di previsualizzazione insieme alla piattaforma di creazione 3D in tempo reale Unreal Engine ha inoltre consentito al regista Maximilian Niemann di immaginare e correggere le scene ancor prima di girarle. Grazie al contributo di Maximilian e della sua troupe, e di coloro che hanno conosciuto da vicino il Maestro, il risultato si traduce in un approccio innovativo e originale all’arte del cinema e in un tributo appassionato al genio creativo e all’universo onirico di Federico Fellini.

Maximilian Niemann, regista del cortometraggio, sottolinea: “Questa collaborazione tra intelligenza umana e artificiale è stata una fonte di innumerevoli sorprese. Già dal primo momento sono rimasto sorpreso per la quantità di dati che questa tecnologia era in grado di leggere e per la sua velocità di lettura. E’ davvero impressionante vedere come sia in grado di capire la composizione delle riprese cinematografiche e le emozioni che appaiono sullo schermo. La cosa stupefacente è vedere come l’intelligenza artificiale sia riuscita a produrre dialoghi di questo livello! Ci ha fornito uno spunto straordinario da cui trarre ispirazione. Senza dubbio l’intelligenza artificiale entrerà a far parte della cassetta degli attrezzi delle generazioni future di cineasti”.

Campari Red Diaries 2021: Fellini Forward

Campari ha inoltre creato uno specifico programma di tirocinio che ha coinvolto studenti di tutto il mondo in futuristici progetti legati a Fellini Forward, come il Centro Sperimentale di Cinematografia (CSC) in Italia, l’American Film Institute a Los Angeles e il Centro Scolastico per le Industrie Artistiche (CSIA) in Svizzera. Gli studenti ammessi hanno avuto modo di esplorare il genio creativo di Fellini, utilizzando tecnologie di intelligenza artificiale ed entrando in contatto diretto con i principali membri della troupe in tutte le fasi della produzione, in modo da sperimentare direttamente l’interazione tra mente umana e AI nella realizzazione del corto. Nel documentario compaiono anche i tirocinanti italiani del CSC, che ci offrono il loro punto di vista di futuri professionisti sul progetto.

Allo scenografo Marcus Rowland il premio Campari Passion for Film 2021

CAMPARI E FEDERICO FELLINI

La preziosa intesa tra Campari e Fellini risale alla straordinaria campagna pubblicitaria realizzata nel 1984. Francesca Fabbri Fellini, nipote del regista e tra i principali partner nello sviluppo del progetto Fellini Forward, dichiara “C’è chi nasce genio e chi lo diventa – Federico è diventato un genio creativo. Le sue esperienze umane, l’ambiente in cui ha vissuto, la sua capacità di accettare i rischi per comunicare le sue idee al pubblico, tutti questi elementi hanno contribuito alla nascita del genio creativo che conosciamo”.

Nessun Articolo da visualizzare