Venezia 78, tutti i vincitori – DIRETTA

Tutti i premi di Venezia 78

I VINCITORI DI VENEZIA 78

  • Leone d’Oro – L’événement di Audrey Diwan
  • Leone d’Argento – Gran premio della giuria: “E’ stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino
  • Leone d’Argento per la migliore regia: Jane Campion per “The Power of the Dog
  • Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile: Penelope Cruz per il film “Madres Paralelas” di Pedro Almodovar
  • Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile: John Arcilla per il film “On the Job: The Missing Eight” di Erik Matta
  • Premio per la migliore sceneggiatura: Maggie Gyllenhaal per “The Lost Daughter”
  • Premio speciale della giuria: “Il buco” di Michelangelo Frammartino
  • Premio Marcello Mastroianni per il migliore attore emergente: Filippo Scotti per “E’ stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino

LA DIRETTA

Venezia 78, ultimo atto. Manca poco al red carpet di chiusura e alla cerimonia di premiazione che decreterà il Leone d’oro e tutti gli altri premi di una Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia che ha segnato il ritorno del grande cinema internazionale a un festival.

Grande cinema, con un concorso di altissimo livello e una qualità generale della selezione, spalmata su tutte le sezioni, che ha soddisfatto stampa, addetti ai lavori e pubblico. I primi premi sono già stati assegnati, ma è nell’ultimo giorno della Mostra che arrivano i verdetti più attesi.

LEGGI ANCHE: Giornate degli Autori 2021, tutti i vincitori

Già si rincorrono al Lido le voci dei favoriti, con È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino e Qui rido io di Mario Martone tra i grandi favoriti per il premio principale. Sarebbe una grande soddisfazione per  l’industria cinematografica italiana, di cui fa parte anche il Festival di Venezia, che in queste due settimane ha dimostrato di potersi prendere un ruolo di leadership a livello europeo e oltre.

LEGGI ANCHE: Venezia 78, i vincitori della 36. Settimana della Critica

Ma attenzione, perché le giurie sono sempre imprevedibili, e tra i candidati forti al Leone troviamo sicuriamo L’événement di Audrey Diwan e The Power of the Dog di Jane Campion.

LEGGI ANCHE: L’événement: nella Francia degli aborti clandestini

Intanto sono tornate le star al Lido. Le prime mondiali di Dune e di The Last Duel hanno visto sfilare sul tappeto rosso talent del calibro di Timothée Chalamet, Zendaya, Oscar Isaac, Rebecca Ferguson, i registi Denis Villeneuve e Ridley Scott, e poi naturalmente Jodie Comer, Matt Damon, Ben Affleck e Jennifer Lopez. Senza dimenticare Kirsten Dunst, Benedict Cumberbatch, Tim Roth, Charlotte Gainsbourg, Vincent Lindon, Toni Servillo, Silvio Orlando, Elio Germano, perché sì, anche in Italia abbiamo delle star.

Due settimane che hanno celebrato l’arte cinematografica che ha ringraziato affermando con i fatti, ovvero i film, che non ha alcuna intenzione di essere ridimensionata dalla pandemia, semmai di far convivere in maniera fruttuosa le piattaforme streaming con la sala cinematografica.

Tra poco si parte con la cerimonia di chiusura, alle 19:00, e come sempre ve la racconteremo in diretta.

LIVE

Roberto Cicutto, Presidente de La Biennale chiude la 78ma Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, annunciando che l’appuntamento è per la 79ma edizione dal 31 agosto al 10 settembre 2022.

“L’anno prossimo la Mostra compirà 90 anni, ma saranno 79 edizioni perché alcune non si sono potute svolgere. E abbiamo rischiato di fare l’anno prossimo ancora la 77ma edizione. Invece siamo riusciti a fare due edizioni durante una pandemia e per questo sono grato a tutto il team della Mostra”.

TUTTI I PREMI DEL CONCORSO INTERNAZIONALE

LEONE D’ORO di VENEZIA 78: L’EVENEMENT di Audrey Diwan

 

Rivolto alla giuria Paolo Sorrentino ha detto:

“Ci sono due scene che mancano nel film. Uno era un sogno, e c’era un uomo di un uomo e sessanta in mezzo a un campo di calcio, che vi ringrazia, e anche se non ci credete non potrà mai succedervi niente di meglio di Maradona che vi ringrazia. La seconda era quella del funerale dei miei genitori, e anche se sembra triste, in realtà è bella. Il preside della mia scuola mandò solo quattro compagni di scuola al funerale, ed ero molto triste. Oggi invece sono felice, perché c’è tutta la classe qui oggi con me”.

Paolo Sorrentino ha anche ringraziato “il mio produttore e il mio migliore amico, Nicola Giuliano”, commuovendosi di fronte al pubblico della Sala Grande.

Paolo Sorrentino ringrazia tutti, tra cui i suoi genitori e Maradona, e poi scherza dicendo “qualcuno un po’ antipatico mi dice ogni tanto perché continui a fare i film con Toni Servillo, guardate dove sono arrivato facendo i film con Toni Servillo”.

Leone d’Argento Gran premio della giuria: E’ stata la mano di Dio, di Paolo Sorrentino

Leone d’argento per la migliore regia: Jane Campion per The Power of the Dog

Molto commovente il discorso di Penelope Cruz, ne riportiamo una parte, più tardi lo metteremo integralmente.

“Grazie alla giuria per questo premio che mi fa molto felice, è un onore. Tutti sappiamo quanto è difficile organizzare un festival, ma eccoci qui a celebrare il cinema. Questo premio è per te Pedro. Hai di nuovo creato una magia e sono orgogliosa di farne parte, hai fatto un film meraviglioso”.

Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile: Penelope Cruz per il film Madres Paralelas di Pedro Almodovar

Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile: John Arcilla per il film On the Job: The Missing Eight di Erik Matta

Premio per la migliore sceneggiatura: Maggie Gyllenhaal per The Lost Daughter

The Lost Daughter, le foto del red carpet a Venezia 78

Premio speciale della giuria: Il buco di Michelangelo Frammartino

Premio Marcello Mastroianni per i migliore attore emergente: Filippo Scotti per E’ stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino

LEGGI ANCHE: È stata la mano di Dio, Sorrentino: “L’età giusta per fare un film così personale”

Entra la giuria del concorso internazionale per iniziare l’attribuzione dei premi

PREMI SEZIONE ORIZZONTI

Miglior Film: Pilgrims di Laurinas Bareisa

Migliore regia: Eric Gravel per il film En Plein Temps

Premio Speciale della Giuria: El Gran Movimiento di Kiro Russo

Migliore attrice: Laure Calamy per il film En Plein Temps

LEGGI ANCHE: Á plein temps – La recensione

Miglior attore: Phiseth Chhun, per il film White Building

Miglior sceneggiatura: 107 mothers, Peter Kerekes, Ivan Ostrokhovski

Il regista cileno di Los Huesos ricorda il colpo di stato di Pinochet dell’11 settembre 1973 e il fatto che adesso in Cile si sta scrivendo una nuova costituzione fatta dal popolo.

Miglior cortometraggio: Los Huesos, di Cristobal Leon, Joaquin Cocina

Arriva la giuria della sezione Orizzonti

Premio LUIGI DE LAURENTIIS LEONE DEL FUTURO Migliore opera prima: Imaculat di Monica Stan e George Chipher Lillemark

Imaculat vince il secondo importante riconoscimento del festival, dopo il premio alle Giornate degli Autori.

Premio Venice VR Expanded Best Movie: Goliath Playing with Reality di Barry Gene Murphy, May Abdalla

Premio Venice VR Expanded Best Experience: Le Bal de Paris di Blanca Li

Premio Venice VR Expanded Best VR Story: End of Night di David Adler

Premio degli spettatori Armani Beauty per il miglior film della sezione Armani Extra: The Blind Man Who Didn’t Want to See Titanic di Teemu Nikki

“Sono stati giorni gioiosi perché la mostra è stata gioiosa e incredibile. Persone da tutto il mondo a incontrarsi a parlare di cinema, le sale sempre piene che pulsavano di vita. Siamo tornati a casa. Finalmente.”

La madrina di Venezia 78 SERENA ROSSI apre la cerimonia.

SI PARTE CON LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE

Parla Roberto Cicutto

“Abbiamo raggiunto diversi traguardi. In primis hanno funzionato le misure di sicurezza con tante più persone e delegazioni, poi la selezione è stata riconosciuta come di altissima qualità. Il terzo obiettivo raggiunto, quello più importante, è che la gente è apparsa contenta, seppur sopportando diverse limitazioni. L’unica delusione? Il muro che ci separa dalle persone sul red carpet, speriamo il prossimo anno di abbatterlo”. 

Penelope Cruz è sul red carpet

Parla Alberto Barbera.

“Anno straordinario per molti motivi e abbiamo raggiunto i risultati del 2019, tanti divi e i film sono stati accolti benissimo, hanno confermato che è un’annata eccezionale e la conferma che il cinema è vivo e vitale. Questa mostra è il frutto del lavoro di dieci anni e che abbiamo raggiunto nella maniera più compiuta, riuscendo anche a comunicarla nella giusta maniera.La sorpresa è stata la partecipazione, tanti e appassionati”.

17:17: PENELOPE CRUZ AL LIDO! La Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile sembra avere preso la strada della Spagna.

Nessun Articolo da visualizzare