Box office: “Noi siamo tutto” batte anche “Valerian”

Noi siamo tutto si conferma la sorpresa del momento e giovedì 28 settembre, nonostante l’arrivo di dieci novità, conquista la vetta del box office, incassando 89 mila euro e distanziando, benché i numeri assoluti siano modesti- nella giornata si sono staccati complessivamente poco più di 100 mila biglietti – il resto della concorrenza. Con 59 mila euro alla piazza d’onore, sempre giovedì, si colloca Valerian e la città dei mille pianeti, che ha preceduto la prima delle novità in classica Emoji-Accendi le emozioni, animazione massacrata dalla critica americana e che anche da noi sembra destinata agli exploit degli altri titoli dello stesso genere già usciti in questo avvio di stagione. All’esordio con 329 copie Emoji ha totalizzato, infatti, 57 mila euro. Fra le altre novità, da segnalare i 38 mila euro di Madre! che occupa 252 schermi; i 32 mila di Jukai-la foresta dei suicidi con 130 copie e solo i 31 mila della commedia Chi m’ha visto, nonostante le 259 copie. La situazione del cinema italiano appare sempre più problematica: gli incassi dei film festivalieri si confermano modestissimi. L’esordio de Il contagio e de L’intrusa, entrambi poco più di 7 mila euro nella giornata di ieri, rispettivamente con 99 e 37 copie e quelli di Una famiglia, 4 mila euro distribuiti su 47 schermi, dal punto di vista commerciale non fanno presagire nulla di buono. Ma se anche le commedie non lievitano, come dimostra il caso Chi m’ha visto, c’è davvero di che preoccuparsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here