CIAK BIZARRO! “AVE, CESARE!”

DI MARCELLO GAROFALO

Opinioni contrastanti sul film dei fratelli Coen Ave, Cesare! (Hail, Caesar!, 2016) attualmente in sala; per molti Ethan e Joel hanno sprecato un’occasione d’oro nel mettere in scena- con una sceneggiatura troppo frastagliata e diluita – la Hollywood dei primi anni Cinquanta infestata da divi capricciosi o incapaci, giornaliste pettegole da tenere a bada e sceneggiatori comunisti da mettere al bando e in vena di riscatto. Eppure, si tratti di musical, commedie sofisticate, western o pepla, i Coen ne conoscono a perfezione caratteristiche, vezzi e luoghi comuni e le loro “ricostruzioni” sono da applauso.

Basterebbe solo citare i due esempi di “musical” realizzati: il primo con Scarlett Johansson in un ruolo da sirena alla Esther Williams e il secondo con un bravissimo Channing Tatum nei panni di un marinaio ballerino alla Gene Kelly, evocando alla perfezione i grandi musical prodotti dalla Metro-Goldwyn-Mayer e diretti da George Sidney. Altrettanto spassosi sono Alden Ehrenreich che si cimenta come cowboy nel western Luna lazzarona e come improbabile dandy in una commedia sofisticata alla Lubitsch, nonché George Clooney in sandali e gonnellino nel “peplum” che da’ il titolo al film.
Nelle foto d’epoca che vi presentiamo, possiamo ammirare una pausa sul set subacqueo di Annibale e la vestale (Jupiter’s Darling) di George Sidney, 1955, con Esther Williams, e Gene Kelly in compagnia di Tom e Jerry per Due marinai e una ragazza-Canta che ti passa (Anchors Aweigh) di George Sidney, 1945.

L’ultima parola a Scarlett Johansson, che nelle vesti della diva DeeAnna Moran rivela il suo “coté” non proprio raffinato esclamando: «E allora mettitelo tu il culo di pesce! ».

Ave, Cesare!

Nessun Articolo da visualizzare