IL MORANDINI PREMIA I FILM BREVI CON “CORTI D’AUTORE”

Il Morandini, il mitico Dizionario dei Film e delle Serie televisive edito da Zanichelli, da quest’anno diventa “promotore” di cinema con “Corti d’Autore”, il nuovo Premio dedicato ai cortometraggi con un tema molto speciale: l’ispirazione dei film brevi che parteciperanno all’iniziatica dovrà essere legata alle “definizioni d’autore” tratte dal vocabolario lo Zingarelli 2015, in cui 55 personalità della cultura, dello spettacolo e del costume italiani hanno scritto riflessioni che commentano altrettante voci della lingua italiana. Da Giorgio Armani a Carlo Verdone, da Mina a Francesco Guccini, da Gabriele Salvatores a Piergiorgio Odifreddi, in tanti hanno ragionato sulle parole della nostra lingua e sono proprio le loro riflessioni a fare da “motore” ai cortometraggi da inviare al Premio. «Per partecipare », spiega Luisa Morandini, autrice con il padre Morando del Dizionario dei film, «bisogna leggere l’elenco delle 55 voci d’autore dello Zingarelli, capire e decidere sotto quale di esse il cortometraggio realizzato va collocato, come se la voce prescelta fosse il titolo del tema di un eventuale bando. Sono 55 voci d’autore che comprendono idealmente tutta la storia del cinema. Abbiamo pensato di creare questa sorta di “tema al contrario”: sono i giovani che hanno già a disposizione un cortometraggio a scegliere sotto quale delle definizioni collocare il loro film ».

L’occasione è importante: i primi tre cortometraggi premiati entreranno nella prossima edizione del Dizionario Morandini insieme ai film dei grandi registi, e il vincitore arriverà anche sul grande schermo. Un amore, quello per il film breve, che Laura Morandini coltiva da sempre: «Il cortometraggio è un genere che mi piace, non un sottogenere. Fin da bambina sono stata abituata a vedere i primi corto della storia del cinema, da quelli di Charlie Chaplin a Stanlio e Ollio e Buster Keaton. Da qualche anno nel nostro Dizionario abbiamo inserito anche i corti, quelli dei ragazzi mescolati a quelli di grandi autori e ai migliori segnalati da vari festival. Nella nuova edizione 2015, già in libreria, ce ne sono più di 500. Da qui nasce anche l’idea del premio con Zanichelli. Da tempo poi combatto con gli esercenti proponendo loro di dare spazio ai corti di fianco ai film in programmazione. La Nexo ha accettato con entusiasmo: e così, dopo la premiazione finale che si terrà al Salone Internazionale del Libro di Torino sabato 16 maggio 2015, il corto vincitore sarà proiettato accanto ai film al cinema in prima e seconda serata ».

Laura Morandini con Paola Minaccioni

I cortometraggi partecipanti saranno raccolti fino al 21 gennaio 2015. Una prima selezione sarà fatta dallo staff di Milano Film Festival, una seconda da Luisa Morandini, infine i 10 finalisti verranno esaminati insieme dai nomi più importanti del cinema italiano: il regista Ferzan Ozpetek, presidente di giuria, gli attori Luca Argentero, Alba Rohrwacher, Cristiana Capotondi, Carolina Crescentini, Geppi Cucciari, Valentina Lodovini, Neri Marcoré, Paola Minaccioni, il direttore di Ciak Piera Detassis, il direttore della Mostra di Venezia e del Museo del Cinema di Torino Alberto Barbera, i critici cinematografici Antonello Catacchio, Ilaria Falcone, lo scrittore Ivan Cotroneo, il regista Piergiorgio Gay, il musicista Gaetano Liguori e il direttore di Sky Arte HD Roberto Pisoni. «Questo premio conferma la nostra attenzione agli emergenti. Nel Morandini ci sono anche tanti documentari, che aumenteranno in futuro », dice Luisa Morandini. «Per il cinema italiano secondo me è un momento buono, di rinascita: bisogna incoraggiarlo e fornire le occasioni di cambiamento ».

Al Premio “Corti d’Autore”, realizzato in collaborazione con Ciak, Radio Monte Carlo, Milano Film Festival, la Cineteca di Bologna e Sky Arte HD, sono già arrivati più di 50 cortometraggi candidati. Per partecipare e scaricare il bando completo, visitate il sito corti d’autore.