JUDE LAW: I BEATLES, LA FILANTROPIA E I SUOI 5 RUOLI CULT

Black-seaArriva in sala il 16 aprile il thriller claustrofobico Black Sea, dove Jude Law interpreta il Capitano di un angusto sommergibile. In occasione dell’uscita del film, Ciak ripercorre la carriera dell’attore attraverso i suoi 5 ruoli memorabili.

Si chiama come una delle canzoni più belle del XX Secolo, è cresciuto in un benestante quartiere londinese e sì, ha una faccia alla quale nessuna donna al mondo potrebbe resistere. Con quell’aria da guascone a metà tra il serio e lo sberleffo, l’attore britannico Jude Law, non è solamente uno degli ”uomini più sexy del pianeta” ma rappresenta l’incarnazione perfetta del tanto ricercato binomio ”bello & bravo”. Due aggettivi, dunque, che gli calzano a pennello e che, film dopo film, l’hanno portato ad interpretare ruoli memorabili e originali, con estro e fantasia. Ma, dietro quell’espressione sorniona da sciupafemmine (eh già, quattro compagne ”ufficiali” e padre di cinque figli), Jude Law è anche uno degli artisti più impegnati sul fronte dell’attivismo e della filantropia, con campagne benefiche che toccano la cultura, i bambini e gli animali.

A diciotto anni dai due titoli che l’hanno imposto all’attenzione del pubblico, Gattaca di Andrew Niccol e Mezzanotte nel giardino del bene e del male di Clint Eastwood, con una carriera che alterna il cinema al teatro (è richiestissimo a Broadway), Jude Law sta per tornare in sala, dal 16 aprile, con il thriller Black Sea, dove interpreta il Capitano Robinson che, stanco di una vita frustrante, decide di imbarcarsi a bordo di un sommergibile per una missione clandestina nel Mar Nero: recuperare un vecchio tesoro disperso durante la II Guerra Mondiale.

Proprio in occasione dell’uscita del film, Ciak, attraverso i suoi 5 ruoli cult, ripercorre la carriera del brillante – e qualche volta spregiudicato – attore.

Il talento di mr reaplyIL TALENTO DI MR. RIPLEY (1999) – ANTHONY MINGHELLA
Con il sax in mano, accompagnato dal nostro Fiorello e supportato dall’altro ”talento” del Mr. Ripley di Matt Damon, Jude Law nel film di Minghella intona con accento americano Renato Carosone, in una pellicola che gioca sul doppio e sulle pericolose apparenze. A Jude Law, belloccio e viveur nella parte, va la sua prima candidatura all’Oscar.

A.I. Intelligenza Artificiale

 

 

A.I. – INTELLIGENZA ARTIFICIALE (2001) – STEVEN SPIELBERG
Nel Pinocchio di Spielberg (che ha diviso pubblico e critica), Jude Law è la guida che accompagna il piccolo, intelligente automa David nella sommersa Manhattan, sacrificandosi per lui in una delle scene più strazianti del film. Tutto l’estro di Law in un film tutt’altro che facile da recepire.

 

 

CloserCLOSER (2004) – MIKE NICHOLS
Torbido, cinico e quasi generazionale. In Closer, diretto da Mike Nichols, Jude Law è uno scrittore in cerca di successo che, in un giro di coppie, segreti, rivelazioni e bugie, ”indossa” letteralmente un ruolo che solo i suoi occhi azzurri potevano interpretare, ricco di sfumature pericolose, manipolatorie e diaboliche. Cast all-star: Julia Roberts, Natalie Portman e Clive Owen.

 

Sky Captain an the world of tomorrowSKY CAPTAIN AND THE WORLD OF TOMORROW (2004) – KERRY CONRAN
Passato quasi inosservato in Italia, Sky Captain and the World of Tomorrow è un film di fantascienza vecchio stile, pieno di citazioni e curato nei minimi dettagli. Affiancato da Angelina Jolie e Gwyneth Paltrow, Jude Law si butta con coraggio nella parte del pilota Sky Captain, in un futuro alternativo ambientato però nel 1939. Delizioso.

Sherlock HolmesSHERLOCK HOLMES (2009) – GUY RITCHIE
Pensate al dottor Watson dei romanzi di Arthur Conan Doyle: intelligente, borghese, spiritoso e dannatamente affascinante. Chi, se non Jude Law, poteva quindi interpretare il celebre personaggio letterario, affiancando lo Sherlock Holmes di Robert Downey Jr.? La coppia è semplicemente perfetta e il film, oltre ad essere un’ottima pellicola, è stato campione d’incassi con cifre astronomiche. Un sequel, Gioco di Ombre, uscito nel 2011 e sempre diretto da Guy Ritchie.

Damiano Panattoni

Nessun Articolo da visualizzare