Asterix diventa una serie Netflix

L'eroe gallico approderà sulla piattaforma streaming nel 2023 con una delle sue storie classiche

Asterix Netflix

Asterix arriva su Netflix con una serie animata. Alain Chabat, che ha già diretto uno dei film live action sull’eroico gallico, Asterix & Obelix: missione Cleopatra (interpretata quest’ultima da una sfolgorante Monica Bellucci) sarà il regista anche di questo progetto Netflix.

Il colosso dello streaming ha chiuso con il colosso editoriale Hachette, che detiene i diritti del fumetto creato da Goscinny e Uderzo nel 1961. Il primo albo pubblicato fu Asterix il Gallico, ne sono seguiti altri trentotto, ultimo dei quali arriverà nelle librerie proprio nel corso del 2021. Dalle avventure di Asterix e del corpulento amico Obelix sono stati tratti quindici lungometraggi, tra animazione e live action, e i libri tradotti in 111 lingue.

Il film di maggiore successo è stato proprio quello di Alain Chabat, che oltre alla Bellucci vedeva come protagonisti Christian Clavier nei panni di Asterix Gérard Depardieu in quelli di Obelix.

La serie Netflix sarà basata sulla storia Asterix e il duello dei capi, settimo albo della collana, uscito nel 1966, che racconta di quando i romani cercarono di impadronirsi del villaggio gallico che strenuamente resiste all’invasore facendo sfidare il capo Abraracourcix dal suo equivalente di un villaggio vicino. Un classico per gli appassionati, che arriverà sulla piattaforma nel 2023.

Asterix è un altro passo della campagna di Francia di Netflix, che dopo avere aperto una sede dedicata a Parigi, come già fatto per l’Italia ha deciso di concentrarsi su contenuti molto aderenti alla cultura cinematografica, televisiva e letteraria francese, con risultati al momento molto incoraggianti.

Call My Agent! è una delle serie di maggior successo sulla piattaforma mondiale, così come Lupin, il giallo action con protagonista Omar Sy, di cui arriverà presto la seconda parte della prima stagione. Tutti contenuti rigorosamente in francese, naturalmente, così da far competere Netflix direttamente con i network e le produzioni dei singoli paesi in cui si sta insediando.