Cannes 2022, intervista a Luca Marinelli e Alessandro Borghi

Marinelli e Borghi sono i protagonisti de Le otto montagne, film in Concorso al 75° Festival di Cannes

0
Alessandro Borghi e Luca Marinelli

Legati da una lunga amicizia, cominciata sul set e proseguita nella vita, Luca Marinelli e Alessandro Borghi, sono tornati in coppia per Le otto montagne di Felix van Groeningen e Charlotte Vandermeersch in Concorso al Festival di Cannes 2022. Il film, prossimamente in sala con Vision Distribution, è tratto dall’omonimo romanzo di Paolo Cognetti e vede i due interpreti protagonisti di una storia di amicizia profonda, a tratti romantica.

Le otto montagne narra la storia di Bruno (Borghi) e Pietro (Marinelli). Il loro legame inizia dall’infanzia nonostante molte differenze li separino. Pietro è un bambino di città, d’inverno studia nella grigia Torino, mentre Bruno è nato e cresciuto in un piccolissimo villaggio alpino. D’estate però i due trascorrono splendide giornate insieme. La montagna li unisce con i suoi paesaggi e il senso di sconfinata libertà che offre.

Diventati adulti, Pietro e Bruno intraprendono strade diverse che li allontano, fino a quando un giorno Pietro torna nel piccolo villaggio di Bruno. Il loro incontro li porterà a riscoprire l’amicizia che li aveva legati da bambini e a trovare se stessi l’uno nell’altro.

LEGGI ANCHE: Le otto montagne, guarda il trailer

Alessandro Borghi e Luca Marinelli sono gli entusiasti protagonisti anche del viaggio del loro film dalle Alpi a Cannes. Durante corsa alla Palma d’oro, condividono con piacere l’esperienza de Le otto montagne e l’emozione e la sorpresa di essersi ritrovati nuovamente a lavorare insieme sul set dopo Non essere cattivo del 2015, l’ultimo film di Claudio Caligari.