Cry Macho, nel trailer di Clint Eastwood nuove sfide e una strana amicizia

A 91 anni il grande attore e regista torna in sella e alla regia.

Cry Macho Clint Eastwood
Cry Macho Clint Eastwood

In attesa di avere una data di uscita ufficiale per l’Italia, è partito il countdown per la Theatrical Release di Cry Macho, l’ultimo film di Clint Eastwood.

Un western sui generis, come altri ai quali ci ha abituato il grande attore e regista che a 91 torna in sella per un’altra sfida. Come quella di dirigere il suo ennesimo film, e di farlo al fianco di un coprotagonista e un compagno di avventura molto particolare: un gallo.

“Il gallo ha fatto esattamente quello che doveva, tutto, è stato molto semplice e divertente”

Cry Macho, annunciata la data di uscita del nuovo film di Clint Eastwood

Una battuta che conferma la solita ironia del leggendario filmmaker, che – insieme alle prime due immagini del film – così ha presentato alla rivista EW la storia che già non vediamo l’ora di vedere:

“Parla di un uomo che ha attraversato momenti difficili nella sua vita, quando inaspettatamente un’altra sfida gli si para davanti. Normalmente non lo farebbe mai, ma è un uomo di parola. La affronta fino alla fine. E ricomincia la sua vita da capo”.

Cry Macho Clint Eastwood
Cry Macho Clint Eastwood

Di nuovo, Eastwood sarà regista e interprete (e produttore) di questo dramma western ambientato nel 1979. Nel quale interpreta Mike Milo, ex star del rodeo e oggi allevatore di cavalli fallito, che si trova costretto ad accettare il compito di riportare a casa dal Messico il giovane figlio di un suo ex superiore. Costretta a prendere strade secondarie nel loro cammino verso il Texas, l’improbabile coppia affronta un viaggio inaspettatamente impegnativo, durante il quale Mike, stanco del mondo che lo circonda, trova un nuovo senso nella vita che lo aspetta.

Cry Macho’ sarà il nuovo film di Clint Eastwood

Interpretato anche da Dwight Yoakam e Eduardo Minett (al suo debutto), Cry Macho è basato sulla sceneggiatura di Nick Schenk. E di N. Richard Nash, che prima di morire nel 2000 ha collaborato all’adattamento del suo stesso romanzo, omonimo, da lungo tempo a un passo dalla versione cinematografica.

Prima di oggi, infatti, Clint Eastwood era già stato a un passo dal portarlo sullo schermo nel 1988, come anche Arnold Schwarzenegger, Pierce Brosnan o Burt Lancaster.

Nessun Articolo da visualizzare