Divorzio Jolie-Pitt, il figlio maggiore non vuole più il cognome di Brad

Il primogenito della coppia, il 19enne Maddox, avrebbe anche già testimoniato in tribunale contro il padre, accusato di violenza domestica

Un tempo erano i sfavillanti, bellissimi, adorati Brangelina; ora solo due ex-coniugi alle prese con un divorzio sempre più crudele che sta inevitabilmente coinvolgendo anche i loro figli.

Giusto qualche giorno fa, Angelina Jolie aveva dichiarato di possedere “prove” di violenze domestiche subite da parte dell’ex marito Brad Pitt e di essere pronta a portare i figli a testimoniare contro di lui. Venerdì è arrivata la notizia secondo cui il maggiore della coppia, il 19enne Maddox, lo avrebbe già fatto, testimoniando contro il padre — con cui, è stato fatto capire, i rapporti sarebbero ancora tesi — al punto da voler cancellare il suo cognome, per usare solamente quello della madre.

A ricoprire una parte importante nella separazione tra i due attori ci sarebbe stato proprio Maddox, o meglio un acceso litigio tra lui e il padre avvenuto su un aereo nel 2016, riportato nel fascicolo presentato in tribunale. Le accuse rivolte a Pitt sono gravi: violenza domestica. Al momento della separazione, avevano iniziato a circolare voci che parlavano di un divo spesso in preda alla collera, il più delle volte ubriaco. Accuse pesanti, che ora tornano a prendere corpo nella causa.

Per la custodia dei ragazzi, anche gli altri figli, Pax, 17 anni, Zahara, 16, Shiloh, 14 e i gemelli Knox e Vivienne, potrebbero essere chiamati presto a testimoniare.

Nessun Articolo da visualizzare