L’immensità, Emanuele Crialese torna in concorso a Venezia 79

0

L’immensità, il nuovo film di Emanuele Crialese, sarà in concorso a Venezia 79. Si tratta di un ritorno a lungo atteso, 11 anni dopo Terraferma, e con un film estremamente personale.

LEGGI ANCHE: Venezia 79, tutti i film della selezione ufficiale (DIRETTA)

Roma, anni 70: un mondo sospeso tra quartieri in costruzione e varietà ancora in bianco e nero, conquiste sociali e modelli di famiglia ormai superati.

Clara e Felice si sono appena trasferiti in un nuovo appartamento. Il loro matrimonio è finito: non si amano più, ma non riescono a lasciarsi. A tenerli uniti, soltanto i figli su cui Clara riversa tutto il suo desiderio di libertà.

Adriana, la più grande, ha appena compiuto 12 anni ed è la testimone attentissima degli stati d’animo di Clara e delle tensioni crescenti tra i genitori. Adriana rifiuta il suo nome, la sua identità, vuole convincere tutti di essere un maschio e questa sua ostinazione porta il già fragile equilibrio familiare ad un punto di rottura.

Mentre i bambini aspettano un segno che li guidi, che sia una voce dall’alto o una canzone in tv, intorno e dentro di loro tutto cambia.

Emanuele Crialese così parla del suo nuovo film:

“L’immensità è il film che inseguo da sempre: è sempre stato “il mio prossimo film”, ma ogni volta lasciava il posto a un’altra storia, come se non mi sentissi mai abbastanza pronto, maturo, sicuro.

È un film sulla memoria che aveva bisogno di una distanza maggiore, di una consapevolezza diversa. Come tutti i miei lavori, in fondo è prima di tutto un film sulla famiglia: sull’innocenza dei figli, e sulla loro relazione con una madre che poteva prendere vita solo nell’incontro, artistico e umano, con Penélope Cruz, con la sua sensibilità e la sua straordinaria capacità di interazione con tre giovanissimi non attori che non avevano mai recitato prima. Luana, Patrizio e Maria Chiara sono rimasti bambini sempre e come tali sempre intensamente e immensamente veri.”

L’immensità è un film diretto da Emanuele Crialese

con
Penélope Cruz
Luana Giuliani
Vincenzo Amato

Patrizio Francioni, Maria Chiara Goretti, Penelope Nieto Conti
Alvia Reale, India Santella, Mariangela Granelli, Valentina Cenni

soggetto Emanuele Crialese
sceneggiatura Emanuele Crialese, Francesca Manieri, Vittorio Moroni
fotografia Gergely Pohárnok,
montaggio Clelio Benevento
musiche Rauelsson
scenografia Dimitri Capuani
Massimo Cantini Parrini,
Prodotto da Mario Gianani e Lorenzo Gangarossa, coprodotto da Dimitri Rassam, Ardavan Safaee
Una produzione Wildside (una società del gruppo Fremantle), Warner Bros. Entertainment Italia, Chapter 2, Pathé, France 3 Cinema, con la partecipazione di Canal+, Ciné+, France Televisions.
Distribuzione italiana Warner Bros. Pictures. Vendite internazionali Pathé