American Horror Story 6: perché gli ascolti dell’esordio lasciano ben sperare

Benché ancora decisamente troppo presto per azzardare considerazioni troppo entusiastiche, l’esordio di American Horror Story: Roanoke lascia ben sperare sotto molteplici punti di vista, non soltanto per un (casuale?) ritorno alle atmosfere della prima stagione, ma soprattutto grazie ad un’evidente maggior attenzione che gli autori sembrano aver messo nella cura dei particolari dell’intreccio, nonché nella misura con la quale almeno per ora i personaggi sono emersi nella storia. Tutto ciò, sommato alla lunga e non certo secondaria attesa inflittaci per così dire da Ryan Murphy prima di conoscere il vero tema antologico di quest’anno, parrebbe proprio essere stato ripagato in termini di ascolti.

Sì, perché sebbene concretamente American Horror Story: Roanoke 6×01 non abbia registrato – come fu invece in passato – un dato record, dopo la tragica parabola di Hotel mi sembra che anche se appena al di sopra dei cinque milioni di telespettatori (badate bene che FX è pur sempre una rete via cavo del gruppo FOX!), il risultato sia tanto di guadagnato.

I fan storici della serie, pur stimolati dalla novità della sua impostazione antologica e dunque da una sorta di consueto reboot annuale, sono stati progressivamente stancati da tutta una quantità di aspetti che stagione dopo stagione avevano smesso di funzionare, e dei quali ci si augura perciò che a questo punto Ryan Murphy abbia preso coscienza, massimamente dopo la realizzazione di una stagione come Hotel nella quale è stato difficile individuare che cosa funzionasse davvero. Non a caso, dopo il primo episodio con circa sei milioni di contatti, i restanti undici hanno subìto un crollo francamente imbarazzante a fronte dei costi e della qualità formale di una serie del genere, toccando il fondo con 1.846.000 spettatori proprio all’alba del finale.

Ora, contrariamente a quanto si sia letto in giro negli ultimi giorni, la nostra idea è che dai cinque milioni circa dell’esordio di Roanoke si possa soltanto ben sperare, giacché l’eclisse di Murphy – in tutti i sensi, così dallo stile visibilmente più dimesso di AHS come dai social – pare abbia dato i suoi meritati frutti, recuperando per quanto possibile gli spettatori persisi tra le delusioni e le insufficienze della passata stagione.

American Horror Story: Roanoke è una serie antologica scritta da Ryan Murphy e Brad Falchuk con protagonisti Kathy Bates, Sarah Paulson, Cuba Gooding Jr., Lily Rabe, André Holland, Denis O’Hare, Wes Bentley, Evan Peters, Cheyenne Jackson e Angela Bassett.

Se l’articolo ti ha interessato, leggi anche:

AHS 6×01: più American, più horror e meno Ryan Murphy

AHS 6: rivelato il tema della sesta stagione

AHS 6: data ufficiale della messa in onda italiana

AHS 6: un gradito e inatteso ritorno nel cast

Nessun Articolo da visualizzare