Sarah Michelle Gellar contro Joss Whedon: “Non voglio essere associata al suo nome”

Sarah Michelle Gellar si è schierata a sostegno della collega di "Buffy" Charisma Carpenter in seguito alle accuse rivolte ai danni del regista Joss Whedon

Joss Whedon è finito nell’occhio del ciclone in seguito alle accuse mosse dall’attrice Charisma Carpenter, alle quali si sono da poco aggiunte quelle di Sarah Michelle Gellar, celebre protagonista di “Buffy l’ammazzavampiri”, la serie creata proprio da Whedon sul finire degli anni ’90.

Le accuse di Charisma Carpenter

La Carpenter, nota per il suo ruolo di Cordelia in Buffy e nello spin-off Angel, ha accusato lo sceneggiatore e regista di aver abusato continuamente della sua posizione e del suo potere durante la lavorazione dello show, in particolar modo durante il periodo della sua gravidanza. Le accuse della Carpenter arrivano a sostegno di quanto portato avanti negli ultimi mesi dal collega Ray Fisher, il primo ad aver condannato il comportamento di Whedon sul set di Justice League.

Come si legge nel comunicato postato tramite Twitter, oltre a dirle che era “grassa” mentre era incinta, Whedon avrebbe compiuto degli abusi psicologici minacciandola di licenziarla più volte: “Mi chiese se avessi intenzione di tenere il bambino e utilizzò continuamente la mia condizione di donna come arma contro di me.” – si legge “Cominciò ad attaccare il mio personaggio, a prendersi gioco della mia religione, accusandomi di voler sabotare lo show, dopodiché mi licenziò senza troppe cerimonie dopo il parto. Sfortunatamente tutto ciò accadde durante uno dei periodi più belli per una neo-mamma. Tutte quelle promesse e quella gioia mi furono succhiate via. E Joss fu il vampiro“.

Il sostegno di Sarah Michelle Gellar

Le parole della Carpenter hanno fatto il giro del web, raggiungendo, ovviamente la sua collega Sarah Michelle Gellar, la quale si è schierata dalla sua parte, affermando di non voler essere associata al nome del creatore della serie che l’ha resa famosa in tutto il mondo.

Mentre sono orgogliosa di avere il mio nome associato a quello di Buffy Summers, non voglio essere associata per sempre al nome di Joss Whedon” – ha scritto la Gellar in un post sul suo profilo Instagram. –  “Al momento mi sto concentrando maggiormente ad occuparmi della mia famiglia e a sopravvivere a una pandemia, quindi non farò ulteriori dichiarazioni. Ma sostengo tutte le persone che sono sopravvissute agli abusi e sono orgogliosa di loro per aver parlato“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sarah Michelle (@sarahmgellar)

Nessun Articolo da visualizzare