The Father, Anthony Hopkins in difficoltà nella clip del film

In uscita nelle sale la versione italiana del film ora al cinema in originale.

The Father - Anthony Hopkins
The Father - Anthony Hopkins

In sala dallo scorso 20 maggio, pur in lingua originale e sottotitolato The Father – Nulla è come sembra si conferma tra i film più apprezzati dal pubblico, come dimostrato dalla sua posizione nella top ten degli incassi del box office. A partire dal 27 maggio, vedremo al cinema la versione italiana del film vincitore del Premio Oscar per il Miglior Attore e l’eccezionale interpretazione del suo protagonista Anthony Hopkins. Della quale vediamo un estratto particolarmente rappresentativo, nella clip pubblicata da BiM Distribuzione che anticipa l’uscita.

Box Office 23 maggio: il weekend regala un podio tutto nuovo

“Chi è l’estraneo che piomba all’improvviso nel soggiorno della casa di Anthony, sostenendo di essere sposato con Anne da oltre dieci anni?” ci suggerisce la sinossi del film: una domanda dalla risposta semplice, apparentemente. Soprattutto considerato il racconto che fa il film di un uomo la cui realtà si sgretola pian piano davanti ai suoi e ai nostri occhi. Smarrito in un labirinto di domande senza risposta, Anthony cerca disperatamente di capire che cosa stia succedendo attorno a lui.

Pochi minuti nei quali è possibile cogliere l’incredibile performance di Dario Penne, tra le voci più importanti del nostro paese, che doppia il vincitore del Premio Oscar. E che sempre più fa di questo film – come sottolinea la BiM – un passo importante per supportare la riapertura delle sale e offrire al pubblico l’opportunità di vedere il film di Florian Zeller premiato agli Oscar© 2021 anche per la Migliore Sceneggiatura Non Originale dello stesso regista e Christopher Hampton.

The Father – Nulla è come sembra – La recensione

The Father – Nulla è come sembra è tratto dall’opera teatrale “Il padre” (Le père) scritta da Florian Zeller e andata in scena per la prima volta a Parigi nel 2012, conquistando il premio Molière per la Miglior commedia, prima di debuttare a Broadway e nel West End londinese, dove ha ottenuto premi Tony e Olivier per il Miglior attore (rispettivamente a Frank Langella e Kenneth Cranham). Zeller firma la regia dell’adattamento cinematografico – il suo esordio nel lungometraggio – girato a Londra da una sceneggiatura che ha scritto a quattro mani con Christopher Hampton (Espiazione, Le relazioni pericolose).

Accanto ai premi Oscar Anthony Hopkins e Olivia Colman, completano il cast del film Mark Gatiss (La favorita, la serie televisiva Sherlock), Imogen Poots (Green Room, Non buttiamoci giù), Rufus Sewell (Judy, la serie televisiva L’uomo nell’alto castello) e Olivia Williams (Victoria e Abdul, An education).

Sinossi:

Anthony ha 81 anni. Vive da solo nel suo appartamento londinese e rifiuta tutte le persone che sua figlia Anne cerca di imporgli. Presto però Anne non potrà più andarlo a trovare tutti i giorni: ha preso la decisione di trasferirsi a Parigi con un uomo che ha appena conosciuto…
Ma se è così, allora chi è l’estraneo che piomba all’improvviso nel soggiorno della casa di Anthony, sostenendo di essere sposato con Anne da oltre dieci anni? E perché afferma con tanta convinzione che quella dove vive è casa sua e della figlia? Eppure Anthony è sicuro che quello sia il suo appartamento. Sembra esserci nell’aria qualcosa di strano, come se il mondo ad un tratto avesse smesso di seguire le regole abituali.

Nessun Articolo da visualizzare