I PINGUINI DI MADAGASCAR

Penguins of Madagascar, Usa, 2014 Regia Eric Darnell e Simon J.Smith Sceneggiatura John Aboud, Michael Colton Produzione Lara Breay, Mark Swift Distribuzione Fox Durata 1h e 32′

In sala dal 

27 novembre

E pensare che hanno rischiato di essere licenziati senza poter dimostrare il loro valore sul campo, di essere cancellati ancora prima di nascere. Personaggi secondari nella saga di Madagascar che vedeva protagonisti un leone, una zebra, una giraffa e un ippopotamo, i pinguini Skipper, Kowalski, Rico e Soldato hanno dimostrato subito di avere la stoffa delle grandi star, tanto da guadagnarsi, dopo tre cortometraggi, una dozzina di videogames, una serie tv, un parco a tema e una linea di giocattoli, anche un lungometraggio tutto loro che nulla ha da invidiare ai film di cui è uno spin-off, con tanto di back story sulla loro infanzia. Anzi.

Diretto da Eric Darnell e Simon J.Smith, il film vede i quattro della task force antartica impegnati in una missione di spionaggio mondiale che coinvolge anche un husky arrogante e dall’identità segreta, agente di un’organizzazione chiamata Vento del Nord. Il nemico da combattere è dottor Octavius Tentacoli, polipo stanco di vedersi messo da parte in ogni zoo e acquario per colpa di quegli animali così carini e coccolosi da monopolizzare l’attenzione di tutti i visitatori. Il piano è allora quello di trasformarli in mostri e condannarli al rifiuto da parte di grandi e piccini. Campioni di slapstick e di comicità surreale, a tratti demenziale, i quattro eroi sono pronti a qualunque sacrificio pur di salvare i loro simili, anche disdire il corso di teatro, trovando geniali espedienti in assenza di qualunque strategia, senza disdegnare patatine al formaggio e quattro salti sui gonfiabili al momento giusto. Battute a raffica e gag esilaranti costellano il film, irresistibile per gli adulti quanto per i bambini. Restate fino alla fine perché tornerà a trovarvi anche lo squinternato re Julien.

Alessandra De Luca

 

Nessun Articolo da visualizzare