#ALLMYMOVIES: BINGE WATCHING ESTREMO PER SHIA LABEOUF

Si è conclusa qualche ora la grande maratona #AllMyMovies nella quale l’attore californiano ha rivisto tutti i suoi film 

Shia LaBeoufAll’Angelica Film Center di New York si è conclusa questa notte (erano circa le 2.00 in Italia) #AllMyMovies, una delle maratone più originali e curiose degli ultimi tempi. 60 ore, 29 film e un solo protagonista, Shia LaBeouf. Da Man Down (presentato in Orizzonti a Venezia 72) sino a Nausicaa della valle del vento (ha esordito come doppiatore nel cult d’animazione nipponico) passando per Bobby, Constantine, Io, Robot, Even Stevens Movie, LaBeouf, avvolto in un pesante giubbotto verde, si è riguardato ininterrottamente per tre giorni, il tutto davanti ad uno telecamera che lo riprendeva minuto dopo minuto. Vanità? Certo che sì, la stessa che lo spinge a cercare il realismo più di ogni altra cosa. Sapete che per ottenere la parte di Jerôme nel perverso Ninphomanyac ha inviato a Lars von Trier un video in cui faceva sesso con la sua ragazza? O che per immedesimarsi nel soldato Boyd Swan in Fury si è procurato una cicatrice sul visto che ha riaperto ogni giorno, ritenendo troppo finta quella del truccatore?

Shia LaBeoufNon sorprende quindi questa nuova iniziativa che segna un punto di svolta per Shia, presentandolo sotto una luce diversa. Lo abbiamo visto mangiare pop corn, commuoversi, ridere e crollare letteralmente dal sonno. Quello che ci ha mostrato è uno spettatore comune, concentrato, immerso nell’universo cinema, pronto a guardare un altro film con una resistenza da maratoneta. Uno Shia differente da quello dei tabloid, dei colpi di testa, delle risse. Umano come sa essere nei personaggi che interpreta, autentico anche fuori dal set. Una qualità che non si vede spesso a Hollywood; siamo abituati ad attori più simili a statue di cera anche a riflettori spenti, con giornalisti a caccia di uno scoop sempre alle calcagna, pronti a immortalarli in tutta la loro imperfezione. Amarlo o odiarlo è estremamente facile ma cogliere le sfumature di una personalità così carismatica e folle non è una passeggiata. Con quest’ultima trovata ci ha regalato l’altra faccia di una stesa medaglia. Da un lato l’attore, dall’altra l’uomo.

Rudy Ciligot

Guarda la gallery!

Nessun Articolo da visualizzare