RAMONES, 40 ANNI DI STORIA: ECCO I 5 MIGLIORI FILM PUNK!

Da Sid & Nancya a We are the best ecco la speciale classifica dedicata al cinema punk

Era il 1976 quando per la prima volta usciva Ramones, album debutto della leggendaria band punk rock di New York. Per celebrare i quarant’anni di un gruppo che ha rivoluzionato la storia della musica ecco una speciale classifica dei 5 migliori film punk di sempre, ricordando come il cinema ha saputo trasmettere lo spirito ribelle e anticonformista di Joey, Johnny, Dee Dee e Tommy, ma anche dei Sex Pistols e dei Clash. Punks not dead!

SID & NANCY, 1986
Di Alex Cox

Il 12 ottobre 1978 il cadavere di Nancy Spungen venne trovato in una stanza del Chelsea Hotel accanto a Sid Vicious, drogato e in stato catatonico. Il film di Alex Cox ripercorre una parte la burrascosa esistenza l’ex bassista dei Sex Pistols, dai suoi tentativi di sfondare come solista dopo lo scioglimento del gruppo punk (falliti per colpa della droga), fino al doppio suicidio progettato con Nancy. Un’opera su due giovani disperati che si incontrano, due anime tormentate che si riconoscono e che vivranno il loro amore malsano fino al tragico epilogo.

Sid & Nancy

SLC PUNK – FUORI DI CRESTA, 1998
Di James Merendino

Stevo e Bob sono due ragazzi che vivono nella bigotta  Salt Lake City e che, proprio secondo la filosofia punk, credono che la vita non sia altro che caos. Merendino con quest’opera fa un ritratto brutale e tenero del movimento, mostrandone gli eccessi e le contraddizioni. Perfetta la colonna sonora con brani che vanno dagli Specials agli Spandau Ballet e gli Stooges.

Slc

S.O.S. Summer of Sam – Panico a New York , 1999
Di Spike Lee

Durante la torrida estate del 1977 a New York un misterioso assassino che si fa chiamare Son of Sam sta terrorizzando la città. Il sospetto numero uno è Ritchie, ragazzo italo-americano che gira per il Bronx vestito da punk e fa lo spogliarellista in locali a luci rosse, praticamente un alieno nella tradizionalista comunità di Little Italy. Spike Lee con la sua opera ci mostra l’intolleranza per il diverso, incarnato qui da Adrien Brody, un giovane qualunque etichettato da una società che guardava con sospetto quel movimento che stava muovendo i primi passi nell’America Anni Settanta.

Summer of Sam

CONTROL, 2007
Di Anton Corbijn

Control racconta la vita di Ian Curtis, leader e cantante dei Joy Division, band di culto che segnò l’inizio della scena post-punk inglese. Il film, diretto dal celebre fotografo delle rockstar Anton Corbijn, non si sofferma sulla figura del mito, ma si concentra con grande sensibilità sul carattere ombroso del musicista, dalla sua turbolenta vita matrimoniale sino ai problemi con depressione ed epilessia, fattori che lo porteranno al suicidio a soli 23 anni.

Control

WE ARE THE BEST, 2013
Di Lukas Moodyson

Trasposizione dell’omonima graphic novel firmata dalla moglie del regista, We Are The Best racconta le insoddisfazioni esistenziali di due amiche adolescenti che condividono l’emarginazione sociale nella Stoccolma del 1982. Moodysson nella sua opera utilizza il punk come elemento di rottura; la ribellione delle protagonista, accentuata dal loro look, nasconde le inquietudini dell’adolescenza. Allo stesso tempo il regista critica serratamente il mondo degli adulti, incapaci di accettare i cambiamenti delle giovani e sopratutto di essere per loro punto di riferimento.

We are the best

Rudy Ciligot

Nessun Articolo da visualizzare