Elton John, dopo Rocketman un documentario su Netflix

Una ideale integrazione a quanto viene raccontato nel biopic diretto da Dexter Fletcher e interpretato da Taron Egerton

Rocketman

Elton John sarà al centro di un documentario Netflix che si concentrerà sugli anni Settanta della sua carriera e che includerà materiali mai visti prima, compreso un incontro tra Elton e John Lennon

Si dovrebbe intitolare The Pillars of Hercules, alludendo sia al secondo nome del cantante, assunto quando lo cambiò legalmente da Reginald Kenneth Dwight, sia alla canzone omonima del 1972.

Il film sarà diretto da Davey Johnstone, già chitarrista della band di Elton John, che lavora da anni alla realizzazione del documentario e che ha ottenuto l’approvazione sia di Elton che di suo marito David Furnish.

Johnstone ha recentemente dichiarato nel corso di un’intervista al podcast Greatest Music of All Time:

“Onestamente, non avrei fatto niente, soprattutto un documentario, senza che entrambi fossero stati d’accordo. Adesso stiamo mettendo insieme le ultime cose che servono, ci sono ancora un paio di interviste che stiamo cercando di ottenere e probabilmente finiremo di girarle per la fine di gennaio. Quindi entreremo in sala di montaggio e saremo pronti intorno a Pasqua”.

Nonostante stia lavorando da molto tempo su questo progetto, Johnstone non aveva ancora trovato un distributore, non riuscendo così a uscire sulla scia di Rocketman e durante il tour mondiale di addio di Elton John. Ma la cosa non lo ha preoccupato.

“Era giusto che le cose andassero così, non volevo confondermi con le altre. Quando le cose vengono troppo diluite finiscono con il non essere realizzate al meglio”.

Uscito dopo l’enorme successo di Bohemian Rhapsody, Rocketman non ha avuto eguale attenzione da parte sia del pubblico che della critica. Elton John ha però vinto l’Oscar per la miglior canzone, “I’m Gonna Love Me Again”, e Tarin Egerton il Golden Globe per la migliore interpretazione in un musical o commedia.

Nessun Articolo da visualizzare