CIAK BIZARRO! BENEDICT CUMBERBATCH

DI MARCELLO GAROFALO

“Lo Hobbit-La battaglia delle Cinque Armate”,  capitolo finale della seconda trilogia tolkeniana firmata da Peter Jackson uscirà contemporaneamente il 17 dicembre sia nelle sale cinematografiche italiane, che statunitensi. Il film è un vero e proprio trionfo della CGI con un’eccezionale qualità di dettagli, alta visionarietà e una complessa rielaborazione digitale affidata ancora una volta alla WETA, oggiprobabilmente la migliore in campo in sede di “Computer Generated Imagery”.  Nelle foto che vi mostriamo, Benedict Cumberbatch, sotto lo sguardo vigile di Jackson, inguainato nella sua tuta “mocap”, si applica con tutto il suo talento, non solo vocale, a interpretare il drago Smaug, che si distingue per le sue molteplici sfumature caratteriali e i suoi soprassalti d’umore, passando dall’arroganza all’ironia, dalla curiosità allo scherno, dalla follia alla violenza. Non vi sfuggirà che lo sguardo un po’ obliquo di Cumberbatch si adatta a meraviglia a quello dello spettacolare rettile.

Ricordiamo che il sofisticato attore britannico è il protagonista di un altro bel film che vedremo a gennaio, ossia “The Imitation Game” (Morten Tyldum, 2014), in cui veste i panni del matematico e crittoanalista Alan Turing, che durante la Seconda Guerra Mondiale mise le proprie capacità al servizio dell’esercito, ma poi fu perseguitato e arrestato a causa della sua omosessualità e condannato alla castrazione chimica. L’umiliazione lo portò al suicidio nel 1954, mediante una mela avvelenata con cianuro di potassio. Un’interpretazione che farà discutere e che consacra Cumberbatch come uno degli attori più espressivi e duttili dei nostri anni. E’ di questi giorni la notizia che vestirà anche i panni del “Doctor Strange” (Marvel Studios) nell’omonimo film diretto da Scott Derrickson.

BizzarroNews_BENEDICT CUMBERBATCH

 

Nessun Articolo da visualizzare