Firestarter, fiamme sul set del remake tratto da Stephen King

Il video del dietro le quinte dell'adattamento di Fenomeni paranormali incontrollabili.

Firestarter
Firestarter

Quando si dice iniziare con il piede giusto… Per celebrare il primo giorno di riprese del remake di Firestarter, la casa di produzione del film Blumhouse ha pubblicato un video incredibile, nel quale vediamo uno stunt avvolto dalle fiamme camminare accompagnato da due addetti dotati di estintore. Un primo sguardo decisamente d’effetto per la nuova versione cinematografica de L’incendiaria di Stephen King, già adattato nel 1984 in Fenomeni paranormali incontrollabili.

Così inizia ufficialmente la produzione del Firestarter della Blumhouse, insomma, che sul set canadese del film ha affiancato Zac Efron, nei panni del padre dell’interprete principale con un debole per le fiamme, a Andy McGee appunto. Con loro anche Michael Greyeyes (True Detective), scelto per il ruolo di John Rainbird, nella storia di una giovane in grado di pirocinesi e dell’agenzia governativa segreta che cerca di controllarla.

La storia di Lisey: il trailer della serie scritta da Stephen King

Una versione “relativamente fedele al libro”, l’aveva definita Jason Blum, produttore insieme al pluripremiato Akiva Goldsman (entrambi taggati nel tweet citato). Ma che potrebbe avere maggior fortuna del poco apprezzato precedente adattamento, diretto da Mark L. Lester e con David Keith, Martin Sheen, George C. Scott, oltre a una giovanissima Drew Barrymore.

Blum all’epoca dichiarò di avere “molte cose” in ballo con Stephen King, e di essere un suo fan, come molti appassionati del genere prodotto abitualmente dalla Blumhouse. “Ovviamente questo è un classico, quindi sarà dura, – aveva continuato. – Ma siamo stati bravi con Halloween e speriamo di non deluderlo”.

Russell Crowe e Zac Efron in trattative per il nuovo film di Peter Farrelly

Anche il regista scelto, Keith Thomas, sembra essere molto ottimista, consapevole del compito e ben intenzionato a onorare il testo originario, anche attraverso lo studio del film del 1984. “Guardo quel film perché è un ottimo esempio di regia in termini di adattamento di questo libro – ha spiegato. – È molto, molto vicino al libro per come si svolge, e per come i personaggi vengono presentati e lo attraversano. Per me, è fantastico e credo le persone che lo amano oggi continueranno a farlo dopo questo. Anche se spero che adoreranno anche questo”.

Nessun Articolo da visualizzare