No Time to Die, rinviata ancora l’uscita in sala in Australia

Brutte notizie per i fan in attesa di Bond 25, appena annunciato per settembre

A poche ore dall’annuncio ufficiale della tanto attesa data di uscita di No Time to Die, ecco una nuova brutta notizia per i fan in attesa di Bond 25, appena annunciato per il 28 settembre. Almeno per quelli australiani, che non potranno vedere il nuovo film dell’Agente 007 interpretato da Daniel Craig prima del prossimo novembre.

No Time To Die, finalmente la data ufficiale della World Premiere

Dal 2019 all’aprile del 2020 e poi ancora, di rinvio in rinvio il nuovo capitolo della Bond Saga è arrivato alla data del 30 settembre, fissata per l’uscita nel Regno Unito. Data che già per il pubblico statunitense diventa quella dell’8 ottobre. Quando in Australia mancherà ancora almeno un mese prima che il film possa arrivare nei cinema, l’11 novembre.

Una decisione sulla quale la MGM sembra al momento irremovibile. E che sarebbe coerente con la scelta della Universal di differenziare la strategia di distribuzione del film a seconda dei diversi territori, come fatto per Fast and Furious 9 – The Fast Saga.

No Time to Die, nuovo rinvio all’orizzonte: il Covid batte James Bond

La notizia rivelata per la prima volta dal blog MI6-HQ.com e confermata da The Hollywood Reporter, però, segue ovviamente l’attuale blocco del 60 percento circa del mercato australiano, che potrebbe sciogliersi alla fine di ottobre, una volta raggiunti i livelli di vaccinazione fissati. E che non dovrebbe riguardare il mercato italiano, dove nonostante qualche resistenza sembra prevalere il buonsenso dei più.

Nessun Articolo da visualizzare