BOX OFFICE USA: FURY E BRAD PITT VINCONO IL WEEK-END

E’ stato un week-end, cinematografico s’intende, all’insegna della guerra, del mistero e della famiglia. Il pubblico americano, infatti, si è diviso tra il bellico Fury, il thriller Gone Girl-L’amore bugiardo e l’animazione de Il libro della vita. Da notare che tutti e tre i film in questione non sono blockbuster (nessuno supera i 70 milioni di budget) e non appartengono ad alcun franchise.

Al primo posto si è piazzato Fury, il film sulla Seconda Guerra Mondiale di David Ayer ha incassato al week-end d’esordio 23.5 milioni di dollari, ma con un cast così ricco (Brad Pitt, Shia LaBeouf, Logan Lerman, Michael Penã, Jon Bernthal) ci si aspettava qualcosa in più. Medaglia d’argento per Gone Girl di David Fincher, l’affascinante thriller con Ben Affleck che al suo terzo week-end perde solo il 32.6 % e porta a casa altri 17.8 milioni di $ (per un totale di 107 milioni). Sul gradino più basso del podio la new entry Il libro della vita, film d’animazione in 3D diretto da Jorge Gutierrez, prodotto da Guillermo Del Toro, con un cast di doppiatori d’eccezione (Zoe Saldana, Channing Tatum, Diego Luna, Ice Cube, Ron Perlman e Danny Trejo). Il cartoon ispirato alla tradizionale festa messicana “Dia de los Muertos” ha raccolto 17 milioni in 4 giorni.

Fuori dal podio Alexander and the Terrible, Horrible, No Good, Very Bad Day, la commedia con Steve Carell e la signora Affleck Jennifer Garner (12 milioni e 36.8 complessivi), e l’altra nuova uscita della settimana, The Best of Me. L’adattamento dell’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, con James Marsden (il Cyclops di X-Men) e Michelle Monaghan, incassa solo 10 milioni. Il ritorno sulle scene del conte vampiro Dracula non sembra aver incantato più di tanto la platea statunitense, infatti, Dracula Untold crolla del 57.9 % al suo secondo week-end d’uscita e i 9.8 milioni incassati lo fanno scivolare in sesta posizione (40 milioni il totale Usa, ma nel mondo recupera bene ed è a 95). Il box-office non sorride nemmeno a Robert Downey jr. (l’impegnato The Judge è settimo con 7.9 milioni e 26 globali) che, senza l’armatura di Iron Man, non sfonda i botteghini. Chiudono la top ten tre film che hanno dato soddisfazioni alle rispettive case di produzione: Annabelle (ottavo con 7.9 milioni e 74 totali), The Equalizer-Il vendicatore (nono con 5.4 milioni e quasi 90 complessivi) e Maze Runner-Il labirinto (decimo con 4.5 milioni e 90 totali).

Daniele Pugliese

Nessun Articolo da visualizzare