BOX OFFICE USA, WEEKEND DEL SUPER BOWL: “SPLIT” BATTE ANCHE “THE RING 3”

Incassi in calo in questo primo weekend di febbraio (del resto è sempre così quando di mezzo c’è il Super Bowl che ferma una nazione intera). Il disturbato Kevin “Wendell” Crumb di Split batte l’inquietante Samara Morgan di The Ring 3 e si aggiudica così la sfida horror della settimana. Il thriller-horror di M. Night Shyamalan conserva la prima posizione per il terzo weekend consecutivo con 14.5 milioni di $ (98 casalinghi e 142 internazionali).

Debutta in seconda posizione The Ring 3 con 13 milioni (28.2 globali). Per il terzo capitolo della serie incassi più che dimezzati rispetto a The Ring 2 del 2005 (che aprì con 35 milioni di $).

Chiude il podio Qua la Zampa! con 10.8 milioni e 33 totali (42.5 in tutto il mondo).

Il sorprendente Il diritto di contare è quarto con 10.1 milioni e incassi totali da blockbuster (120 milioni di $ totali). Saldo in quinta posizione il delizioso musical di Damien Chazelle La La Land con 7.4 milioni, 118 casalinghi e 268 worldwide (ricordiamo che il film è costato 30 milioni e che alla prossima Notte degli Oscar potrebbe ricevere una pioggia di premi forte delle 14 Nomination ottenute). Sesta posizione per Resident Evil: The Final Chapter con 4.5 milioni (21.8 totali). Come per gli altri episodi della serie, anche questo sta andando molto bene fuori dai confini nordamericani dove ha già raccolto 95.6 milioni (117 complessivi).

Settima piazza per Sing con 4 milioni (263 totali e 487 in tutto il mondo) che precede di un’inezia Lion-La strada verso casa (24.7 casalinghi e 38 globali). Il film di Garth Davis (candidato a 6 Oscar), dopo settimane di distribuzione limitata, viene ora proiettato in oltre 1400 sale e incrementa i propri incassi del 70%. Pessimo esordio in nona posizione per lo sci-fi The Space Between Us con 3.8 milioni di $ (ne è costati 30) seguito da xXx: Il Ritorno di Xander Cage con 3.7 milioni. L’action-movie con Vin Diesel è a 40 milioni casalinghi e 152 worldwide, ma pesano come un macigno gli 85 milioni del budget di produzione che impediranno alla Paramount di trarre profitto dal film.

Daniele Pugliese

Nessun Articolo da visualizzare