CIAK BIZARRO! ANGELINA JOLIE

DI MARCELLO GAROFALO

Attrice, produttrice cinematografica e regista, filantropa nonché ambasciatrice dell’UNHCR, vincitrice di Oscar, di tre Golden Globe, tre Screen Actors Guild e un Orso d’argento al Festival di Berlino, Angelina Jolie Pitt, nata Voight appare in questi giorni sugli schermi nella tripla veste di produttrice, regista e attrice insieme a suo marito Brad nel film By the Sea in cui narra con un certo piglio della crisi di una coppia, ambientata nei ribollenti anni Settanta.

Nelle foto che vi mostriamo si presenta undicenne a fianco di suo padre, l’attore Jon Voight (noto per titoli entrati nella storia del cinema, tra i quali Un uomo da marciapiede, Un tranquillo weekend di paura, Tornando a casa), col quale Angelina ha avuto nel corso degli anni rapporti contrastati. La Signora Jolie Pitt, prima di raggiungere la fama di superstar internazionale interpretando Lara Croft, l’eroina del videogioco Tomb Raider, è stata coinvolta in titoli oggi dimenticati, alcuni effettivamente trascurabili, altri ancora di un certo interesse.
Tra i primi, potremmo citare Cyborg 2 (Michael Schroeder, 1993) in cui è Casella “Cash” Reese, un robot dalle sembianze umane; tra i secondi, Hackers (Ian Softley, 1995), col tempo diventato un piccolo “cult movie”, in cui Angelina si barcamena tra floppy trafugati e crimini informatici.

Forse non molti ricordano che nel 1996 ha cercato la via del successo in Italia, partecipando a un videoclip di Antonello Venditti Alta marea diretto da Stefano Salvati e sottoponendosi poi pure a un provino con lo stesso regista per il film Jolly Blu, ma Salvati le preferì Alesia Merz, giudicando Angelina troppo sexy per la parte.
Oggi, secondo un sondaggio condotto da YouGov, è la “donna più ammirata al mondo” grazie anche alle sue molteplici attività di beneficenza, a favore di diverse cause umanitarie, ma è anche, secondo la rivista Forbes, nella lista delle “Cento donne più potenti al mondo”.

Lasciamo la parola a Lisa, il suo personaggio di Ragazze interrotte (James Mangold, 1999) che le diede l’opportunità di vincere il Premio Oscar come migliore attrice non protagonista:

«Il rasoio fa male
il fiume è troppo basso
l’acido è bestiale
la droga dà il collasso
la corda si spezza
la pistola è proibita
il gas puzza e allora…
viva la vita »

Holy Socks, Angelina, ne hai fatta di strada da quando con lo sguardo un po’ allarmato e vestita di improbabili pizzi antichi accompagnavi il papà a un evento di gala!

Ciak Bizarro! Angelina Jolie

Nessun Articolo da visualizzare